Rinnovo contratti Pubblica amministrazione: aumento medio di 107€

·1 minuto per la lettura
Brunetta smart working
Brunetta smart working

Il nuovo contratto per i lavoratori statali dovrebbe prevedere un aumento di stipendio medio di 107 euro e due premi, uno per le eccellenze e uno per l’innovazione: si tratta di due delle misure a sostegno della Pubblica Amministrazione per cui la legge di bilancio del 2021 ha stanziato complessivamente 6,8 miliardi di euro.

Aumento contratto statali 2021

Entrambi gli strumenti erano già stati proposti in passato, l’aumento da Marianna Madia (ministro nei governi Renzi e Gentiloni) e i due bonus dallo stesso Brunetta che ora ha deciso di rispolverare la sua riforma finita nel 2009 in un decreto legislativo ma di fatto mai riconosciuta. Con l’occasione del rinnovo del contratto si stabilirà l’ammontare di questi due premi.

Il primo, quello per le eccellenze, sarà assegnato alle performance eccellenti individuate in non più del cinque per cento del personale, dirigenziale e non, che si è collocato nella fascia di merito alta. Sarà ogni singola amministrazione a dover compilare una graduatoria delle valutazioni individuali del personale sulla base dei livelli di performance. In base ai risultati raggiunti e alle personalità in cima alla classifica, si procederà all’assegnazione del bonus.

Quanto a quello dell’innovazione, si tratta di un bonus da assegnare al miglior progetto realizzato nell’anno che produca un significativo cambiamento dei servizi offerti o dell’organizzazione dei processi interni di lavoro. In questo caso spetterà ai singoli dirigenti, dipendenti o gruppi di lavoro presentare delle candidature. Un organismo indipendente valuterà le performance e stabilirà a chi dare il premio.

La riforma prevede che non si possa concorrere per entrambi i bonus. Chi otterrà quello bonus annuale per le eccellenze non potrà infatti accedere ad alcuna altra tipologia di premio legato ai risultati raggiunti.