Rinvio della scadenza per i documenti di riconoscimento

·2 minuto per la lettura
proroga carte d'identità patente
proroga carte d'identità patente

Con il nuovo decreto approvato il 29 aprile arriva anche la proroga per carta d’identità e patente in scadenza. Queste, infatti, saranno valide fino alla data del 30 settembre 2021. Uno slittamento dei termini che si affianca ai precedenti causati dall’emergenza Coronavirus.

Proroga per carta d’identità e patente in scandenza

A seguito del nuovo decreto proroghe i termini di scadenza dei documenti di riconoscimento, quali carte d’identità e patenti di guida, saranno prorogati ulteriormente a causa emergenza sanitaria. La data ultima del 30 aprile 2021, viene spostata a quella del 30 settembre 2021. Tutti i documenti in scadenza, quindi, rimarranno validi fino all’ultimo giorno del mese di settembre 2021.

Carta d’identità e patente: nuova proroga per i documenti

Il precedente termine era fissato per la fine del mese di aprile. Con il decreto proroghe, stando alla bozza pubblicata il 29 aprile, si allungano le scadenze per i documenti di riconoscimento per facilitare il rinnovo, in tempi di pandemia. I cittadini avranno, quindi, altri 5 mesi per recarsi presso gli uffici preposti all’aggiornamento dei dati.

Il documento regolerà anche i termini dello smartworking con la conseguente cancellazione della soglia minima del 50% fissata nei mesi più duri dell’emergenza. Tuttavia, sarà prorogato il regime emergenziale del lavoro agile fino alla fine del 2021. I datori di lavoro, quindi, potranno scegliere di usufruire ancora del lavoro da casa per i propri dipendenti per evitare assembramenti in ufficio e condizioni di pericolo per il contagio da Covid-19.

Proroga carta d’identità e patente di guida: cosa cambia

Il documento di proroga segna anche una novità nell’esame di teoria della patente. Slittano, infatti, i tempi per procedere allo svolgimento della prova scritta. Chi ha fatto domanda per conseguire la patente di guida nel 2020 avrà tempo fino al 31 dicembre 2021 per effettuare l’esame teorico. Mentre, chi si è iscritto nell’anno corrente, avrà tempo un anno dalla data della domanda per lo svolgimento della prova.