Rinviò le nozze per essere in prima linea contro il coronavirus: morto un giovane medico di Wuhan

WUHAN, CHINA - FEBRUARY 18 2020: Medical personnel work in a temporary hospital situated in an exhibition center in Wuhan in central China's Hubei province Tuesday, Feb. 18, 2020. The hospital, one of the dozen of its kind built in Wuhan, hosts COVID-19 patients with mild symptoms.- PHOTOGRAPH BY Feature China / Barcroft Media (Photo credit should read Feature China/Barcroft Media via Getty Images) (Photo: Barcroft Media via Getty Images)

È un medico di soli 29 anni l’ultima vittima dell’epidemia di coronavirus in Cina. Le autorità sanitarie del gigante asiatico hanno confermato la morte di Peng Yinhua, medico di un ospedale di Wuhan contagiato sul lavoro. I media cinesi ricordano come a gennaio avesse deciso di rinviare le nozze, previste per il primo febbraio, per essere in prima linea nella battaglia contro il Covid-19.

Peng era stato poi contagiato al First Peoplès Hospital del distretto di Jiangxia, a Wuhan. Era stato ricoverato il 25 gennaio e trasferito, cinque giorni dopo, al Wuhan Jinyintan Hospital. Qui è morto la notte scorsa.

Love HuffPost? Become a founding member of HuffPost Plus today.

This article originally appeared on HuffPost.