Riparte “AmaCalabria”, con Violante Placido e Gabriele Lavia

·4 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 set. (askanews) - AmaCalabria riparte, dopo un anno di interruzione, con la 43esima edizione aperta da un vero e proprio festival di musica, prosa e danza, che toccherà ogni luogo simbolo della bellezza della poco conosciuta Lamezia Terme, a partire dai due storici teatri della città, ormai da troppo tempo silenziosi, e per l'occasione presenterà al territorio star internazionali del calibro di Misha Maisky e Shlomo Mintz. Inoltre, grazie alla collaborazione straordinaria con Gambero Rosso e con il progetto ZEN Impatto Zero, trasfomerà i 45 eventi d'arte dal 7 al 16 ottobre in occasioni di riflessione sulle eccellenze calabre e sull'esigenza di tutelare un territorio fragile.

Gli ultimi due anni sono stati travagliati e tristemente eccezionali in tutto il mondo - ricordano gli organizzatori - in modo particolare però nei territori cronicamente più poveri di offerta culturale e sociale, ma proprio in tali aree di resistenza all'abbandono esiste ancora chi trova nelle difficoltà uno stimolo per uscire dalla routine e osare oltre i propri confini d'abitudine, con creatività, intraprendenza e volontà di sperimentazione. È questo il caso della stagione musicale e teatrale AmaCalabria, che vuole dare finalmente un segno di continuità a tutto il pubblico, offrendo un ricco calendario fino a dicembre '21, con ben 45 eventi, pensato anche a sostegno del territorio nella sua interezza, incluso il comparto enogastronomico grazie alla collaborazione con Gambero Rosso per la realizzazione della seconda guida digitale dell'Italia meridionale: "Calabria 2020 - I migliori indirizzi della Regione".

I luoghi del festival coinvolgeranno l'intero territorio lametino: il cuore centrale di questa 43esima edizione di MusicAmaCalabria, a lungo ritardata non solo dalla pandemia, ma anche dal contenzioso con la Regione Calabria ancora in corso, è la presenza di grandi artisti del panorama musicale mondiale, come Gerhard Oppitz, Misha Maisky e Shlomo Mintz, nonché solide voci della migliore prosa italiana come Violante Placido e Gabriele Lavia; produzioni internazionali come Noches de Buenos Aires di Tango Rouge Company e co-produzioni della stessa AMA Calabria come l'Omaggio a Fellini con la Camerata Strumentale di Prato e CIDIM. Senza dimenticare il raro programma per due pianoforti con la trascrizione di Liszt della IX Sinfonia di Beethoven nell'interpretazione di due veri pilastri del pianismo italiano, come Bruno Canino e Antonio Ballista, sodali in arte da mezzo secolo, l'ensemble di Nello Salza, prima tromba solista delle migliori compagini orchestrali europee, da anni votato alle trascrizioni di musica cinematografica, qui impegnato in un omaggio ad Ennio Morricone, e il recital del soprano belcantista Carmela Remigio, nome di peso internazionale e voce scelta da grandi direttori del calibro di Claudio Abbado, Daniel Harding, Lorin Maazel, Antonio Pappano, Gustavo Dudamel.

A questi appuntamenti si affiancheranno molti altri eventi diffusi d'arte performata e vale ricordare lo sforzo produttivo per il progetto felliniano Ama in collaborazione con Camerata Musicale di Prato e CIDIM, che rafforza i rari legami tra la creatività calabra e il resto del paese.

"Si tratta di un progetto assai complesso che rappresenta un unicum per la nostra regione dove, per la prima volta, si organizza un programma così ambizioso e articolato nell'arco di dieci giorni - ha affermato in un comunicato il direttore artistico presidente Francescantonio Pollice - Un progetto che, travalicando la musica, il teatro, la danza, tende a promuovere una nuova immagine della Calabria attraverso la valorizzazione dei beni materiali e immateriali di cui è ricca. Il nostro obiettivo è quello di contribuire alla ripresa sociale, culturale ed economica del territorio anche attraverso la collocazione nel Parco Mastroianni di Lamezia Terme di cinque sculture realizzate dall'artista Maurizio Carnevali su tematiche del festival come segno tangibile di un nuovo decoro urbano. Invitiamo dunque quanti sono sensibili all'arte a venire nella nostra accogliente regione anticipando che, dopo il festival, sono programmati nuovi importanti concerti che vedranno coinvolti, fra gli altri, l'Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Marco Angius con solista la violinista Anna Tifu, Stefano Bollani, Valentina Lisitsa, Uto Ughi con l'Accademia di Santa Sofia e Paolo Fresu".

Inoltre, grazie alla collaborazione con ZEN Impatto Zero della Società SviluppUmbria col sostegno della Comunità Europea, AmaCalabria garantirà al suo pubblico ed ai suoi ospiti un festival sostenibile a tutela del proprio territorio e della salute dei propri cittadini.

L'intero festival, sostenuto anche da ITALO Treno i cui clienti usufruiranno di uno sconto del 10% sui biglietti degli spettacoli, vuole dunque essere nel suo complesso un invito alla riscoperta della cultura mediterranea meno vulgata e ad una narrazione della Calabria fuori da ogni cliché.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli