Riparte il 13 settembre Estate al Maxxi: tanti appuntamenti in agenda

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 set. (askanews) - Riparte il 13 settembre il programma di ESTATE AL MAXXI, con tanti nuovi appuntamenti tra arte, performance, teatro, libri, talk arte e musica. Martedì 13 settembre alle ore 21, la piazza del museo ospiterà una serata evento dedicata a Letizia Battaglia, protagonista della prima masterclass della serie ESSERE MAXXI, nata dalla inedita collaborazione tra FREMANTLE e MAXXI, che vede protagonisti cinque maestri indiscussi delle arti e della cultura italiana nel mondo (oltre a Letizia Battaglia: Mario Cucinella, Piero Lissoni, Nicola Piovani e Michelangelo Pistoletto).

Girate negli iconici spazi del MAXXI progettati da Zaha Hadid, le masterclass andranno in onda in prima visione assoluta su Rai Cultura dal 14 settembre ogni mercoledì in prima serata, a partire proprio da quella di Letizia Battaglia, che il 13 sarà presentata in anteprima nella piazza del MAXXI, insieme con il video promo dell'intero progetto (ingresso libero fino a esaurimento posti).

Tra le ultime interviste rilasciate dalla celebre fotografa prima della sua scomparsa lo scorso aprile, la masterclass è un viaggio commovente attraverso la storia della prima donna fotoreporter italiana, conosciuta in tutto il mondo per le sue foto di mafia, straordinaria e acuta testimone visiva della vita e della società italiana degli ultimi 50 anni, in particolare della sua Sicilia. Sue le fotografie di Giovanni Falcone al funerale del Generale Dalla Chiesa; di Piersanti Mattarella assassinato tra le braccia del fratello Sergio; della vedova Schifani; del boss Leoluca Bagarella dopo l'arresto, e ognuno di questi scatti è entrato nell'immaginario collettivo del nostro Paese. Letizia Battaglia fotografava per passione, e tutta la sua vita è stata un impegno continuo per raccontare anche una Palermo diversa da quella piegata dai fatti di mafia, una "Palermo bambina", come lei stessa la definisce.

Lunedì 19 settembre alle 18,30 si parlerà di verde, progettazione del paesaggio ed effetti sul clima. Apriranno il talk Enrico Giovannini, Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili e Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI. Poi la parola agli esperti: Stefano Mancuso, scienziato di prestigio mondiale, botanico, massimo esperto della vita delle piante e autore di best seller sul tema, Direttore del Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale e membro del Comitato di indirizzo del progetto GRANDE MAXXI, e l'architetto e paesaggista belga Bas Smets, autore dei nuovi giardini di Notre Dame di Parigi e, insieme allo studio italo-francese LAN, alla guida del gruppo che ha vinto il concorso internazionale per la realizzazione di MAXXI Hub (un nuovo edificio multifunzionale e sostenibile) e MAXXI Green (il sistema di verde pubblico attrezzato per migliorare il microclima nel quartiere Flaminio e ospitare orti produttivi, esposizioni open air, workshop sulla progettazione del verde e del paesaggio, nell'ambito del progetto GRANDE MAXXI (Sala Carlo Scarpa, ingresso libero fino a esaurimento posti).

Dal 20 al 24 settembre la sala Carlo Scarpa ospiterà LA MENTE MEDITANTE. Art, Science, and an Enlightened Mind, un progetto di ricerca che diventa una performance artistica e unisce tre linguaggi universali come arte, scienza e meditazione. Un'iniziativa nata dall'inedita cordata tra MAXXI, Istituto di Neuroscienze del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), con il professor Giacomo Rizzolatti, scopritore dei neuroni specchio, e il suo team di ricercatori, e Daniel Lumera, biologo naturalista, autore di best seller e riferimento internazionale nelle scienze del benessere e nella pratica della meditazione. La performance vedrà Daniel Lumera proporre una meditazione di 7 ore al giorno per 5 giorni, che coinvolgerà di volta in volta ospiti del mondo dell'arte, della musica, dello spettacolo, della scienza, ma anche il pubblico. Grazie alla scienza e alle più avanzate tecnologie di monitoraggio neuronale, l'invisibile diventerà visibile: le attività di un cervello meditante e gli aspetti neurofisiologici su cui la meditazione impatta si sveleranno, visualizzati in tempo reale su un grande schermo sottoforma di colori, divenendo essi stessi opera d'arte. Hanno collaborato al progetto i ricercatori di IN-CNR Pietro Avanzini, Maddalena Fabbri Destro e Giovanni Vecchiato, con Henesis Srl e il suo Chief Technology Officer Luca Ascari.

Venerdì 23 settembre alle ore 21, evento speciale per Estate al MAXXI: ITALIA-BRASILE 3 A 2. Il ritorno. A quarant'anni dall'epica partita del cinque luglio 1982 e a 20 dalla sua prima rappresentazione, Davide Enia - scrittore, drammaturgo, attore e regista pluripremiato e amatissimo da pubblico e critica - torna a mettere in scena, nell'unica data romana, il celebre monologo Italia - Brasile 3 a 2, in una versione aggiornata e rivisitata. La partitissima non è raccontata solo dalle gesta eroiche dei giocatori: il vero protagonista è il gruppo di parenti e amici che, stipati di fronte alla TV a colori acquistato per l'occasione, vive i 90 minuti della sfida tra riti, scaramanzie, esaltazioni, depressioni, imprecazioni e devozioni. Ma, rispetto a 20 anni fa, è cambiato il mondo. Le urgenze sono diverse, e molti dei protagonisti di questo lavoro non ci sono più: Paolo Rossi, Enzo Bearzot, Socrates, Valdir Pere, lo zio Beppe. Eppure, i loro occhi, le loro voci, le loro gesta continuano a ripresentarsi come presenze vive nella magia e nel mistero del teatro. Di e con Davide Enia, musiche in scena Giulio Barocchieri e Fabio Finocchio, luci Paolo Casati, suoni Paolo Cillerai, foto Tony Gentile. Una produzione Teatro Metastasio di Prato, Fondazione Sipario Toscana; collaborazione alla produzione: Fondazione Armunia Castello Pasquini Castiglioncello-Festival Inequilibrio

Tra gli altri appuntamenti in calendario per Estate al MAXXI dedicati alla letteratura, il 14 settembre alle 19 si parlerà della Russia contemporanea: un ricco dibattito di attualità tra alcuni dei più autorevoli giornalisti e autori di importanti libri sul tema. La questione Russia-Ucraina rappresenta un'occasione importante per riflettere sulla storia di un Paese, quello russo, che è ancora poco conosciuto nelle sue dinamiche interne, ma che è un attore primario nello scenario geopolitico di oggi, così come le sue eredità politiche, culturali e istituzionali. Moderati Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI, intervengono Mara Morini, autrice de La Russia di Putin (Il Mulino), Orietta Moscatelli, autrice dei volumi Putin e putinismo in guerra (Salerno Editrice), Nello Scavo, autore di Kiev (Garzanti) (Piazza del MAXXI, ingresso libero fino ad esaurimento posti).

Il 23 settembre alle 19 sarà la volta de Il cuore dentro alle scarpe. Sport e storie a Roma di Francesco Longo (sala Graziella Lonardi Buontempo, ingresso libero fino a esaurimento posti), un volume che prende l'avvio dalle sessanta statue intorno allo stadio dei Marmi al Foro Italico per dare voce alla vitalità e molteplicità dello sport a Roma, rivelando un passato profondo, che ricostruisce come sono approdati nella capitale e ne hanno scolpito la forma. Non sono proprio gli impianti sportivi l'eredità che gli architetti lasciano oggi alle future generazioni, al posto di cattedrali e ville principesche? Durante l'incontro, Margherita Guccione, Direttore Scientifico Grande MAXXI, Emilia Giorgi, critica e curatrice di arti visive e architettura contemporanee, lo scrittore Francesco Longo, il maestro di scherma italiano e presidente dell'Accademia d'Armi Musumeci Greco Renzo Musumeci Greco e Filippo La Porta saggista, giornalista e critico letterario, approfondiscono e analizzano queste architetture, in relazione alla loro componente sportiva e alla loro fruizione da parte dei cittadini e degli atleti di Roma, ed in particolare del quartiere Flaminio. In collaborazione con 66thand2nd Editore, con il sostegno di BPER Banca.

Il 28 settembre alle 18, 30 (sala Graziella Lonardi Buontempo, ingresso libero fino ad esaurimento posti) sarà presentato Nei miei occhi di Anna Di Prospero: la prima monografia dedicata al lavoro della fotografa, in cui realizza un racconto che è un'originale ricerca sull'identità e la sua storia personale. Il volume raccoglie le serie più famose e le fotografie più interessanti: Anna Di Prospero posa i suoi occhi sul quotidiano, restituendocelo in immagini dal valore intimo e, al tempo stesso, assoluto. I ritratti sono l'esatto contrario dei selfie del nostro tempo, perché in ogni immagine Anna Di Prospero ci appare di spalle, assumendo così una nuova forma ogni volta, per raccontare quella complessità che ci accomuna e permettendo il coinvolgimento e l'immedesimazione di chi osserva. Introdotte da Simona Antonacci, Responsabile Fotografia MAXXI Architettura, intervengono l'autrice e la scrittrice e conduttrice radiofonica Loredana Lipperini. In collaborazione con ContrastoBooks, con il sostegno di BPER Banca.

Infine, il 21 settembre alle 18.30 (Galleria 1) è in programma l'ultimo appuntamento con Rä di Martino con la performance 25 aprile 2022: in occasione della mostra What a Wonderful World, l'artista ha ideato una performance nella quale, ispirandosi all'opera in mostra, due cantanti creano un dialogo canoro tra loro con le notizie del 25 aprile 2022. Questo lavoro richiama la tradizione delle notizie diffuse oralmente nei villaggi, ma gli eventi che i due recitano ci riportano alla nostra contemporaneità. La performance è una riflessione sul passare del tempo, sul bombardamento di notizie e la conseguente obsolescenza delle news.

Inoltre, il 24 settembre dalle ore 11 alle 19, la hall del Museo ospiterà Innen- / Außen.raum Per sei performer elettro-acustici: in occasione della conclusione del corso di laurea magistrale di secondo livello in Musica Elettronica, gli studenti del Saint Louis College of Music presentano un progetto di composizione in tempo reale sotto forma di installazione/ performance negli spazi del MAXXI.