Riparte la Serie A, i pronostici di José Altafini: "Duello scudetto Juventus-Atalanta"

·3 minuto per la lettura
(Photo: DeFodi Images via Getty Images)
(Photo: DeFodi Images via Getty Images)

È sempre un piacere parlare di calcio e di vita con José Altafini, uno dei più grandi attaccanti di sempre, campione del mondo con il Brasile nel 1958, tra i suoi tanti trionfi: quattro scudetti (due con il Milan e due con la Juventus), commentatore televisivo competente e spiritoso. Vive ad Alessandria e segue il pallone con profondo interesse e con la consueta ironia. È stato invitato a Brasilia dal presidente Jair Bolsonaro, come gloria del football verdeoro: “Ma io, purtroppo, non penso di accettare l’invito. La situazione della pandemia è ancora molto grave...”.

Siamo a poche ore dall’inizio del campionato. Il campionato dei padroni d’Europa. “E quella vittoria non farà che bene. I giocatori che hanno conquistato il titolo faranno di tutto per onorarlo, con gol prodezze e meraviglie. Penso a uno come Insigne: avrà ancora tanta voglia di divertire e di divertirsi. Il Napoli deve fare il possibile e l’impossibile per tenerlo: giocatori così garantiscono, ogni volta, in ogni match, fantasia e allegria”.

José non ha dubbi sul prossimo vincitore del Pallone d’Oro... “Deve essere Jorginho, senza se e senza ma. Ha conquistato tutto, a livello di club e di nazionale. Un centrocampista completo, da applausi”.

Per la lotta-scudetto, Altafini prevede una sorpresa. “Sarà un torneo avvincente e affascinante. E ti dico questo: occhio all’Atalanta di Gasperini. L’ho vista in amichevole con la Juve a Torino, ha perso 3-1, ma ha dominato. È una formazione imprevedibile, matura, in grado, a questo punto, di puntare decisamente al titolo. Dovrà, ovviamente, fare i conti con i bianconeri, che dispongono della miglior rosa. E ha fatto bene Agnelli a riprendere Allegri: è un tecnico vincente, che conosce l’ambiente e ha tuttora sete di successi”.

C’è molta attesa anche per la stagione di Mourinho alla Roma. “Farà buone cose, vedrai. Le sue ultime stagioni non sono state positive: cercherà la sua grande rivincita qui da noi, dopo le strepitose annate con l’Inter. Lavorerà bene e troverà un ambiente pronto a sostenerlo. Lui, tra l’altro, è un bravissimo motivatore, uno che sa come ottenere la fiducia di una piazza, di uno spogliatoio. E sul piano prettamente tattico non si discute”.

Per il resto, José? “Mi aspetto una buona annata dal Napoli e dal Milan. L’Inter, finora, è una squadra indecifrabile e la partenza di Lukaku si farà sentire. Vedremo cosa succederà sul mercato...”.

Messi è finito al PSG... “Grandissimo colpo del club parigino! Lui e Neymar, fatto da non sottovalutare, sono amici e si stimano. Insieme formano una coppia stellare. E in più si deve aggiungere Mbappé, che è un fenomeno: ma resterà?”.

E cosa farà Ronaldo? “Mah... Nella Juve non avrà più il monopolio delle punizioni, rimane un asso, ma in fase calante. Io sono un estimatore di Dybala: senso della rete, tecnica eccellente, guizzi imprevedibili”.

Buffon è tornato al Parma. “Il primo amore non si scorda mai. E Gigi ha ancora desiderio di mostrare il suo infinito talento”.

José Altafini, che quando era a San Paolo, al Palmeiras, chiamavano “Mazzola” per la sua straordinaria somiglianza con capitan Valentino, distribuisce le ultime perle di saggezza. “Il calcio ritroverà parte del pubblico. E questo è un bene: perché l’affetto della gente colora gli spalti, rende la partita più abbagliante. Io mi auguro di vedere sempre in campo la passione: la voglia, da parte dei giocatori, di rendere una semplice palla un mappamondo di bellezza e di stupori. Io ho sempre giocato per amore. Un amore che non finirà mai, che è profondamente dentro di me”.

Intramontabile José.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli