Riparte l'enoturismo in Umbria con Ristorante a cielo aperto -2-

Roma, 3 giu. (askanews) - Il successo è stato confermato dal sold out di tutti i posti messi a disposizione dai ristoranti che hanno aderito all'evento: Al Solito Posto in collaborazione con Osteria dell'Arancio, Antica Alimentari, Castel Petroso, Coccorone, Federico II, Il Falisco, Il Postaccio, Il Verziere, L'Alchimista, La Foresteria Alzatura, Locanda del Teatro, Olevm, Oro Rosso, Re Tartù. Le persone giunte a Montefalco hanno superato quota mille, se si considera che ai settecento coperti messi a disposizione dai ristoranti, tante altre persone hanno raggiunto Montefalco anche per una passeggiata pomeridiana, alla scoperta delle bellezze di un centro storico unico per fascino e bellezza. Soddisfatti gli organizzatori per l'esito dell'iniziativa che simbolicamente ha rappresentato la ripartenza dell'enoturismo e in generale dell'Umbria, tra le regioni più sicure d'Italia. Per l'occasione è stato realizzato dal Consorzio Tutela Vini Montefalco un video con l'intento di valorizzare e promuovere lo stile di vita montefalchese e in generale dell'area del Sagrantino e l'enogastronomia di altissima qualità, simbolo di buon vivere e di identità da preservare. Un altro tassello di una campagna di promozione messa in campo già durante il lockdown e che continua ancora oggi, nella convinzione che l'unità di intenti e di forze può essere l'arma più idonea per rilanciare un territorio, tra i più belli d'Italia e tra i più rinomati nel mondo per qualità della cucina e pregio dei suoi vini.