Riparte l'Open-F@b Call4Ideas di Bnp Paribas Cardif

webinfo@adnkronos.com

Ammontano a circa 2,54500 petabytes (2,5 x 1018 Terabyte secondo Forbes) i dati prodotti ogni giorno dagli utenti digitali. E si tratta di una quantità di dati infinita e di un trend destinato ad aumentare esponenzialmente. Un obiettivo è cercare, nell'era dei big data e dell'Intelligenza Artificiale, nuovi modelli per gestire i dati insieme al fattore umano, ovvero mettendo al centro le persone, i loro bisogni e come soddisfarli. Combinare i due fattori è la base dell’Human Data Science che sarà quest’anno il cuore della sesta edizione di Open-F@b Call4Ideas 2019.  

Giunto alla sesta edizione, il contest internazionale è promosso dalla compagnia assicurativa Bnp Paribas Cardif che, in collaborazione con InsuranceUp.it, fino al 28 ottobre offre la possibilità a start-up, scale-up, imprese innovative e giovani studenti di proporre idee per, alternativamente, "arricchire la catena del valore dei dati tramite il Data Enrichment, comprendere i bisogni delle persone attraverso la modellazione dei dati oppure migrare la Customer Experience dei clienti utilizzando un approccio Human Centric guidato dall’analisi dei dati".  

Un" obiettivo ambizioso" quello proposto da Bnp Paribas Cardif che con l’Human Data Science dà "una nuova chiave di lettura ai dati, mantenendo le persone al centro, con i loro diversi contesti, le emozioni e anche gli aspetti irrazionali". I risultati, di anno in anno, sottolinea Bnp Paribas Cardif, "sono evidenti: nelle ultime cinque edizioni sono state proposte oltre 300 candidature - la metà provenienti dall’estero - e selezionate più di 60 idee innovative che hanno portato a diverse collaborazioni e alla realizzazione di almeno un progetto l’anno e investimenti per circa 800mila euro totali".