Ripartenza a fine maggio, campi neutri e porte chiuse: così la Serie A potrebbe concludersi?

·1 minuto per la lettura

Riuscire a portare a termine la stagione e assegnare lo Scudetto sul campo. È questo l'obiettivo numero uno di Lega Serie A e FIGC che pur di riuscire a centrare questo traguardo sono pronte a valutare qualsiasi ipotesi.

ACF Fiorentina v Parma Calcio - Serie A
ACF Fiorentina v Parma Calcio - Serie A

Secondo quanto riportato dall'edizione odierna del Corriere dello Sport tra le varie ipotesi prese in esame dai vertici del calcio italiano ci sarebbe anche quella di trasferire le 20 squadre di Serie A nelle regioni meno colpite dal Coronavirus e terminare lì il campionato: la cosa non creerebbe alcun tipo di vantaggio a livello di fattore campo a nessuna squadra in quanto le 12 giornate che restano da giocare andrebbero giocate a porte rigorosamente chiuse. Al contrario, quest'ipotesi potrebbe eventualmente permettere ad alcune squadre di lasciare zone particolarmente colpite dal virus e di trasferirsi in altre più sicure.


Tenendo conto dei dati che giornalmente il Governo e la Protezione Civile forniscono in merito all'andamento del virus, nella migliore delle ipotesi è ipotizzabile che la Serie A possa tornare in campo tra fine maggio ed inizio giugno e terminare a luglio inoltrato. Nella peggiore delle ipotesi invece il campionato potrebbe ripartire solamente alla fine di giugno e terminare molto più in là nel tempo.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!