Ripartono i treni della Transiberiana d’Italia dopo lo stop per il covid

·Collaboratrice Social News
·1 minuto per la lettura
Transiberiana (Photo: Instagram)
Transiberiana (Photo: Instagram)

Dopo lo stop forzato dall’ottobre scorso, dovuto alla pandemia, ripartono i treni della Transiberiana d’Italia. I convogli storici sulla ferrovia Sulmona-Carpinone-Isernia saranno di nuovo in viaggio dal 19 giugno con un calendario che proseguirà ogni fine settimana per tutta l’estate.

I treni della Fondazione Fs e dell’associazione Le Rotaie saranno di nuovo attivi con una novità: grazie al riconoscimento ottenuto con il patrocinio del Parco nazione della Maiella, del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e della Riserva Biosfera Collemeluccio-Montedimezzo Alto Molise, la ferrovia utilizzerà un nuovo nome, la “Ferrovia dei Parchi”, “volta a sottolineare l’elemento identificativo più importante a cavallo tra due regioni - sottolineano i promotori - che la rende unica nel suo genere: le aree protette”.

“Un territorio di inestimabile pregio naturalistico oltre che storico e culturale - aggiungono ancora i promotori nel presentare il ciclo di viaggi -, che sarà al centro della nuova offerta turistica da vivere lentamente e nel rispetto dei luoghi, con grande spazio alle attività all’aria aperta, di approfondimento e di escursioni a piedi o in bici (con servizio di trasporto gratuito sul treno), lungo la vasta rete di sentieri, strade bianche e tratturi presenti attorno alla ferrovia”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli