"Riposatevi e pulite le spiagge", il consiglio del preside

webinfo@adnkronos.com
"Riposatevi e pulite le spiagge". E' l'invito di un preside di una scuola statale di Settimo Milanese, in provincia di Milano, ed è indirizzato ai ragazzi delle medie. Secondo quanto riporta 'il Corriere della Sera', il dirigente scolastico invita in un documento ragazzi a coltivare le amicizie, 'sì' ai viaggi, a musica, film, libri e fumetti, un invito all’impegno, a pulire un tratto di spiaggia, prato o bosco". E poi una preghiera affinché si scordino spesso il cellulare: "Nei casi disperati dimenticatelo una sola volta. Nel secchiello del ghiaccio, con molto ghiaccio". "Non sono il preside che non dà compiti - sottolinea il preside dell’Istituto comprensivo di Settimo Milanese, Andrea Bortolotti come riporta 'il Corriere della Sera' - Sono quello che suggerisce di mettere il telefonino nel ghiaccio. E ho scritto ciò che spero accadrà nel tempo della vacanza che non è quello della scuola". Il punto non sono i compiti: "Facciamo soltanto quelli che servono. Il ripasso si può organizzare in classe nei primi giorni di scuola. Contrario alla ritualità dei compiti, favorevole se sono occasione di apprendimento".

"Riposatevi e pulite le spiagge". E' l'invito di un preside di una scuola statale di Settimo Milanese, in provincia di Milano, ed è indirizzato ai ragazzi delle medie. Secondo quanto riporta 'il Corriere della Sera', il dirigente scolastico invita in un documento ragazzi a coltivare le amicizie, 'sì' ai viaggi, a musica, film, libri e fumetti, un invito all’impegno, a pulire un tratto di spiaggia, prato o bosco". E poi una preghiera affinché si scordino spesso il cellulare: "Nei casi disperati dimenticatelo una sola volta. Nel secchiello del ghiaccio, con molto ghiaccio". 

"Non sono il preside che non dà compiti - sottolinea il preside dell’Istituto comprensivo di Settimo Milanese, Andrea Bortolotti come riporta 'il Corriere della Sera' - Sono quello che suggerisce di mettere il telefonino nel ghiaccio. E ho scritto ciò che spero accadrà nel tempo della vacanza che non è quello della scuola". Il punto non sono i compiti: "Facciamo soltanto quelli che servono. Il ripasso si può organizzare in classe nei primi giorni di scuola. Contrario alla ritualità dei compiti, favorevole se sono occasione di apprendimento".