Riscaldamento in casa: come tenere i consumi bassi

riscaldamento
riscaldamento

L’inverno è ormai alle porte e bisogna pensare a quali fonti di riscaldamento sono maggiormente indicate per la casa. In un periodo ricco di rincari e di aumenti, bisogna pensare a come fare per risparmiare. Qui tutti i consigli e suggerimenti per ridurre il riscaldamento in casa in modo proficuo.

Riscaldamento in casa: consumi

in questi giorni è arrivato il freddo con le temperature che si vanno, pian piano ad abbassarsi. Le bollette di gas ed energia che sono aumentate eccessivamente stanno preoccupando gli italiani che pensano a come fare con il riscaldamento in casa per dare calore e tepore. Per evitare di sprecare eccessivamente, secondo le disposizioni del governo, i caloriferi si stanno accendendo molto più tardi e per un’ora in meno al giorno proprio per non gravare troppo sulla bolletta e i costi.

In casa, bisognerà ridurre i gradi passando da 20 a 19. Una disposizione che vale, non solo per gli appartamenti e le abitazioni, ma anche per i luoghi pubblici dalla quale però sono escluse le piscine, gli ospedali e le scuole. Ovviamente tutte queste limitazioni sono utili e aiutano a combattere il caro bollette a causa dei consumi e dei costi eccessivi.

La partenza relativa all’accensione dei caloriferi è stata ritardata e si è diviso il territorio in fasce: partendo dalla A arrivando alla F, la più fredda. In queste fasce e condizioni, il riscaldamento in casa si può accendere almeno fino a 11 o 13 ore giornaliere, tranne per la fascia F dove non vi sono limitazioni in tal senso. Nella provincia F sono coinvolte e comprese le province di Belluno e Cuneo, note per essere città alquanto fredde.

L’abbassamento di un grado comporta una riduzione dei costi e delle spese sulla bolletta. In questo modo è possibile arrivare a risparmiare sino all’8% sul costo della bolletta: su un consumo di circa 1100 metri cubi all’anno si va a risparmiare circa 88 metri cubi che equivalgono a un costo di circa 90 € in bolletta in meno. Se tutti quanti abbassassero di un grado la temperatura, si potrebbe arrivare a risparmiare 1.8 miliardi di metri cubi.

Riscaldamento in casa consumi bassi: consigli

Per riuscire a risparmiare sul riscaldamento in casa, ci sono una serie di consigli e di buon abitudini che è bene valutare e tenere d’occhio in modo da ottenere un buon calore nell’appartamento e quindi non gravare troppo sui costi della bolletta. Prima di tutto, è possibile dare una occhiata ai termosifoni di casa, cercando i pulirli regolarmente e con costanza cercando anche di spurgare l’aria che è in dotazione a questi apparecchi. Si può controllare anche l’umidità presente nelle stanze grazie a degli deumidificatori.

Bisogna poi prestare attenzione agli spifferi, magari provando a tapparli e sigillarli con appositi strumenti evitando che entri l’aria e quindi il freddo in casa. Si può anche controllare le guarnizione di vetri e finestre per mantenerli ben curati e far entrare il calore nella maniera giusta. L’isolamento termico non è soltanto efficace in estate, ma anche in inverno proprio per dare alla casa il giusto senso di calore e di tepore di cui si ha bisogno nel periodo invernale.

Per risparmiare sul riscaldamento in casa è possibile approfittare e sfruttare della luce del sole aprendo magari le tapparelle e le tende nei giorni belli in modo da far entrare un po’ di calore. L’apertura delle tende al calar del sole può essere una buona alternativa agli isolanti dal momento che mantengono e trattengono il calore andando così a non incidere troppo sui costi in bolletta.

Si può anche optare per una serie di prodotti che permettono di risparmiare e ridurre i costi. Sono diverse le stufette a basso consumo come i modelli alogeni oppure ad olio e al quarzo che vengono proprio incontro ai bisogni delle famiglie e alle loro esigenze. Da questo punto di vista, Wonder Heater è la stufetta elettrica migliore proprio perché fa risparmiare e dona calore in tutta la stanza e casa.

Riscaldamento in casa: miglior stufetta portatile

Per ridurre i costi e i consumi del riscaldamento in casa, Wonder Heater è considerata, tra i tanti metodi e suggerimenti, la soluzione migliore. Si tratta di un calorifero personale da portare ovunque in modo da garantirsi una casa accogliente e calda in occasione del freddo. Un modello che riduce i consumi facendo risparmiare.

In grado di riscaldare fino a 23 metri quadrati e adatta per qualsiasi ambiente: sala, bagno, camper, garage e anche roulotte. Un modello di stufetta elettrica portatile, leggera, salva spazio e priva di fili che possano ingombrare o inciampare. Basta soltanto attaccarla alla presa elettrica per un po’ di tepore.

Per chi volesse saperne di più oppure per ordinarlo, può cliccare qui

Dotata di varie funzioni, tra cui il timer per lo spegnimento automatico e la possibilità di regolare la temperatura tra un minimo di 15 e un massimo di 32. Un modello con nucleo termico a due velocità che consuma soltanto 400 watt rispetto ad altre tipologie che hanno consumi maggiori o superiori.

Una stufetta sicura, silenziosa ed efficiente che è dotata di rivestimento antiscottatura.

Handy Heater è esclusivo e originale, quindi per evitare le imitazioni, è consigliabile ordinarla soltanto sul sito ufficiale del prodotto compilando il modulo on i dati e approfittando della promozione al costo di 59€ per una confezione, con la possibilità di usufruire di altri pacchetti disponibili. Il pagamento avviene con Paypal, la carta di credito o contanti al corriere alla consegna.