Risparmio, Giacomoni (Fi): cambiare subito norme dei Pir

Pol-Afe

Roma, 17 ott. (askanews) - "Le nuove norme sui Pir introdotte, una dalla Lega e l'altra dai 5 Stelle, con la legge di bilancio 2019 presentano evidenti lacune che, se non appianate per tempo, rischiano di ingessare inesorabilmente il mercato di questi prodotti". È quanto ha dichiarato a FinanciaLounge.com, portale del risparmio gestito Sestino Giacomini, vice presidente della Commissione Finanze alla Camera spiegando di avere "appena depositato una proposta di legge sui Pir che la prossima settimana inizia l'iter in Commissione".

"Tutte le grandi società di gestione, da Eurizon ad Arca - ha spiegato il deputato di Forza Italia - hanno deciso di fermare la sottoscrizione di nuovi Pir, perché il rischio è che comprando un nuovo Pir, che non risponde puntualmente ai criteri previsti dalla legge, il risparmiatore perda il conseguente beneficio fiscale. Vista la situazione economica, con la recessione in atto, occorrono interventi rapidi ed urgenti da inserire subito in uno dei decreti all'esame del Parlamento, per cancellare o almeno sospendere le norme introdotte dalla legge di bilancio, che stanno di fatto danneggiando imprese e risparmiatori", ha concluso Giacomoni.