Risparmio, Straderini (Banca d'Italia): "Nelle scuole per trasmettere regole base"

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 4 nov. (Adnkronos/Labitalia) – "Nelle scuole cerchiamo di trasmettere due regole base della finanza: non ci sono pasti gratis e diversificare investimenti". A dirlo Alessandra Straderini, vice capo servizio di Educazione finanziaria Banca d'Italia, intervenendo al #FestivalFuturo 2021, l'appuntamento di Altroconsumo volto a indagare i cambiamenti in atto nella nostra società attraverso momenti di discussione e confronto con esperti, professionisti e rappresentanti di diversi settori.

"La relazione tra digitalizzazione ed educazione finanziaria – osserva – è molto complessa. Da uno studio del Museo risparmio di Torino sul tema della digitalizzazione dei comportamenti finanziari emerge che una quota rilevante pensa che la diffusione dei servizi aiuti la comprensione i vantaggi della digitalizzazione. Un altro studio ha analizzato la complementarietà delle competenze finanziarie e digitali utilizzando i dati sui giovani e sugli adulti".

"I dati – commenta – ci dicono le competenze digitali sono più basse rispetto ai nostri partner europei. Secondo un'indagine europea, infatti, un italiano su cinque ha competenze superiori a quelle di base".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli