Risposte taglienti di Draghi ai giornalisti e la gag in inglese

·1 minuto per la lettura
featured 1554307
featured 1554307

Roma, 22 dic. (askanews) – “Aspetti un attimo, l’ora e mezza concordata è finita. Ho preso tante più domande del previsto, però ne prendo ancora qualcuna”: dopo un’ora e mezza il presidente del Consiglio Mario Draghi cerca di velocizzare i tempi per terminare la conferenza stampa di fine anno.

La domanda sul Quirinale che ha aperto la conferenza rimane la più gettonata, tanto che molti colleghi iniziano dicendo “vorrei chiederle del Quirinale…”. Il presidente del Consiglio abilissimo a dribblarla tra una battuta e risposte taglienti. A un giornalista del Foglio che gli chiede se “in questo momento così difficile e inedito questa elezione del capo dello Stato, questa pandemia non dovrebbe essere uno sprone per eleggere il presidente della Repubblica in maniera veloce, rapida?, Draghi risponde secco: “Sì, sono d’accordo con lei, completamente”

E poi con un giornalista di una tv straniera uno scambio di frasi in in inglese.

“Buongiorno presidente, I would like to ask you a question in english if it is ok” (sic, Posso farle una domanda in inglese?)

“Scusi non la sento” (Sorry, I can’t hear you), , gli risponde Draghi.

Il giornalista ripete la richiesta di fare una domanda in inglese.

E Draghi in inglese: “Please do, then I’ll translate for you” (“Prego, poi tradurrò per lei”).

Video su askanews.it

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli