Rissa a Brusciano: arrestati 9 giovanissimi

rissa a brusciano

Una rissa che ha coinvolto molte persone si è conclusa con l’arresto di 9 ragazzi, tutti molto giovani. La vicenda è successa a Brusciano, nella provincia di Napoli. I Carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna, su disposizione del gip del Tribunale dei Minori di Napoli e del gip del Tribunale di Nola, hanno arrestato sette minorenni e due maggiorenni, accusati del violento pestaggio di un ragazzo di 19 anni del posto.

In base ad una prima ricostruzione di quanto accaduto, la baby gang avrebbe accerchiato la vittima cominciando a colpirla con caschi e cinture, finendo per provocargli gravi lesioni.

Rissa a Brusciano

Gli arresti sono stati effettuati durante la prima mattina di oggi, mercoledì 3o Ottobre 2019. I giovani arrestati avrebbero partecipato alla maxi rissa scoppiata durante la Festa dei Gigli di Brusciano. I Carabinieri hanno già iniziato tutte le indagini del caso, le quali sono ancora in corso, con accertamenti e perquisizioni.

Nei giorni precedenti, un’altra rissa di vaste proporzioni si era scatenata tra le strade di Roccapiemonte, nella provincia di Salerno. In quella circostanza, una quarantina di ragazzi, tutti incapucciati e armati di spranghe, si sarebbero aggirati per le strade della piccola cittadina devastando alcune auto parcheggiate e picchiando coloro che si trovavano al loro interno.

Un adolescente di 17 anni è rimasto ferito alla testa: fortunatamente, le lesioni non sono risultate gravi e il giovane ha ricevuto soltanto con qualche punto di sutura. Ancora sconosciuti i bersagli del raid. Appena i Carabinieri sono giunti sul posto, i ragazzi si sono dispersi. Anche in questo caso, le indagini continuano senza sosta.