Rissa tra migranti a Trieste: insegue aggressori con mestolo e coltello

Rissa migranti trieste

Poteva finire in tragedia la rissa scoppiata tra quattro migranti a Trieste. Quattro uomini, provenienti dal Pakistan e dall’Afghanistan, hanno iniziato a litigare animatamente nell’appartamento che condividevano in via Manna a Trieste. Uno degli uomini, dopo essere stato aggredito dagli altri, è uscito per strada con in mano un coltello da cucina e un mestolo con l’intento di rincorrere gli aggressori. Fortunatamente per loro l’uomo non è riuscito a trovarli. Gli uomini sono infatti riusciti a volatilizzarsi in poco tempo. L’uomo ha così abbandonato il coltello per strada ed è tornato a casa. L’arma è stata ritrovata dalle forze dell’ordine intervenute sul posto. Nessuna traccia per il momento degli altri aggressori che per ora si sono dati alla fuga con successo.

Rissa tra migranti a Trieste, sfiorata la tragedia

Nessun ferito grave in seguito alla rissa che ha visto coinvolti quattro migranti nel pomeriggio di martedì 24 settembre. Solo un uomo è stato lievemente ferito alla testa, lo stesso che ha poi rincorso gli aggressori per strada. Casi come questo sono frequenti nelle situazioni di forte stress e instabilità che spesso caratterizzano la convivenza tra migranti, provenienti da Paesi diversi con culture e tradizioni differenti. Solo un giorno prima di questo episodio, il 23 settembre, un’altra rissa è scoppiata tra due giovani donne richiedenti asilo a Como. La lite è costata l’ospedale a una delle due, colpita all’addome e in stato di gravidanza, e al figlioletto di un anno. Entrambi sono stati dichiarati subito fuori pericolo.