Rissa in un locale: 2 dei 7 protagonisti positivi al Covid

Rissa pizzeria Casalecchio positivi

Due delle sette persone che hanno preso parte ad una rissa in una pizzeria di Casalecchio sono risultate positive al coronavirus. Mentre uno di loro non sapeva di essere infetto, l’altro ne era consapevole ma ha comunque continuato a lavorare nel locale, col rischio di contagiare colleghi e clienti.

Rissa in una pizzeria a Casalecchio: 2 positivi

La vicenda si è svolta dopo le 22:00 di mercoledì 24 giugno 2020. Una discussione relativa a gelosie e dissapori per il controllo della vendita di pizza al taglio in due esercizi si è presto trasformata in un diverbio fisico consumatosi a colpi di bastone. Immediato l’arrivo dei Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Bologna Borgo Panigale che sono intervenuti per sedare la rissa tra sette uomini, tutti di origine pakistana e di età compresa tra i 28 e i 42 anni.

Date le ferite riportate è stato necessario richiedere anche l’intervento dei sanitari del 118 che hanno trasportato i soggetti al Pronto Soccorso del Policlinico Sant’Orsola. Proprio qui è emerso che due di loro erano positivi al coronavirus. Uno era ignaro di esserlo in quanto asintomatico mentre l’altro sapeva di averlo contratto. Nonostante ciò ha però continuato a lavorare all’interno del locale violando l’isolamento fiduciario.

Le autorità hanno quindi avviato gli accertamenti sul locale che incorrerà in pesanti sanzioni tra cui, con ogni probabilità, la chiusura. L’Azienda Sanitaria territoriale dovrà poi trasmettere il caso all’Autorità giudiziaria che giudicherà come agire in conseguenza del non rispetto delle norme anti contagio.