Ristorante Trussardi alla Scala: il menu e i prezzi del locale nel centro di Milano

ristorante trussardi alla scala

Il ristorante Trussardi è situato al centro di Milano, con visuale verso il Teatro Alla Scala. Per il ristorante Trussardi la parola d’ordine è eleganza, la ricerca del dettaglio e del prodotto d’eccellenza. Da anni è il punto di riferimento in città per una cena raffinata e gourmet, grazie all’uso di tecniche di cucina all’avanguardia e soprattutto grazie alla capacità dello chef e dello staff di rivisitare, in chiave moderna, la cultura gastronomica del Bel Paese.

Ristorante Trussardi alla Scala: lo chef

Arriva dalla vicina Bergamo lo chef del Ristorante Trussardi alla Scala Paolo Benigni, che si è insediato nella prestigiosa cucina ad inizio marzo 2019. In passato ha pure ottenuto una stella Michelin, quando lavorava all’Osteria della Brughiera di Villa d’Almè, un ristorante vicino Bergamo. La ricerca, all’interno dello staff del ristorante, si è concentrata su un profilo regionale, che quindi conoscesse la realtà locale e soprattutto milanese. Ovviamente l’intraprendenza e l’esperienza dello chef bergamasco si è fatta sentire anche per la scrittura dei menù. Nessun particolare stravolgimento, ma alcune piccole introduzioni che si avvicinano alla formazione di Benigni, comunque tutto continua a girare attorno all’universo del gusto italiano.

Il menù e i prezzi

Il ristorante Trussardi alla Scala, per il suo menù punta sulla stagionalità e ovviamente su materie prime d’eccellenza, le soluzioni per la scelta del menù sono molteplici e ogni esigenza del cliente può essere soddisfatta.

Possiamo cominciare a parlare del Menù Degustazione, che con il prezzo di 160 € a persona riuscirà a deliziare il palato con alcune specialità dello chef e del ristorante. Si comincia con un cocktail con tartare di capriolo marinato all’aneto e arancia per poi arrivare all’Ostrica Amélie special de Claire, contornato con acqua di spinaci, banana e limone. Si prosegue con lumache brasate, insieme a spuma di cipolla e prezzemolo. Nel menù è compreso pure Gambero rosso di Mazara e granita alla vodka con caviale, oltre al Risotto ai peperoni del tipo Piquillo, pancia di maiale croccante e per concludere babà con rum e gelato al latte. Una soluzione di menù completa, che vi darà una visione completa delle caratteristiche culinarie del ristorante.

Se volete, invece attingere dal menù alla carta si può facilmente partire da un antipasto. Le soluzioni di antipasto partono da un prezzo 25 €, fino ad arrivare ai 50 €. I prodotti sono sempre e solo freschi e di stagione, come il piatto “ortaggi e frutta che si fondono in un giardino invernale”. Ma si possono anche ordinare piatti con i crudi di mare e le marinature e tanto altro.

I primi piatti sono davvero ricercati, i prezzi vanno dai 22 ai 34 €. Lo chef è davvero stato in grado di improntare le sue peculiarità, per una cucina all’avanguardia e che allo stesso tempo butti un occhio alla tradizione. Sono infatti i casoncelli di pasta fresca ripieni di carne, ad esempio, a mostrare questa impronta dello chef bergamasco. Ma si può optare anche per un risotto alla milanese, oltre degli gnocchi arrosto e delle linguine ai cinque pomodori.

Ma sono molteplici anche le soluzioni per ordinare un secondo di pesce, piuttosto che uno di carne. I prezzi, alla carte, oscillano dai 40 ai 55 € per un piatto di pesce, e dai 30 agli 80 € per la soluzione di carne. La ricerca del dettaglio vi farà assaporare un piatto davvero ricercato con un pesce fresco, accompagnato da contorni che esaltino il sapore della portata principale. Ad esempio astice caramellato sarà accompagnato da buillabaisse e finger lime, ma sono molteplici le soluzioni. Possiamo fare l’esempio del piccione affumicato, con barbabietola e acetosella, ma la carne può anche essere ordinata alla brace, come il filetto o la Fiorentina, oltre che i gamberi o gli scampi.

Per concludere al meglio questa esperienza culinaria non si può fare a meno di assaggiare i dolci. I dolci alla carta hanno dei prezzi che oscillano dai 18 ai 25 €. I pasticcieri sapranno deliziarvi con molteplici soluzioni, come ad esempio un soufflè al caffè con gelato di cioccolato, oppure una crostatina con vaniglia e lamponi, ma anche la frutta di stagione può essere protagonista, oltre che la vasta varietà di gelati o sorbetti.

Insomma, se si vuole ordinare un menù completo, alla carta, si riesce a pagare anche una cifra vicina ai 140-150 €, il tutto contornato da un ambiente raffinato ed elegante, per una serata glamour e intima.