Ristoratori Mio: ci dissociamo da ogni forma di violenza

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 6 apr. (askanews) - "Alcuni hanno provato a forzare il cordone per entrare in piazza, ci dissociamo da ogni forma di violenza ma sono mesi che diciamo che prima o poi questo momento sarebbe arrivato". Così Paolo Bianchini, presidente di MIO Italia, Movimento Imprese Ospitalità, che si trova in piazza Montecitorio dove gli aderenti al movimento stanno partecipando a una manifestazione insieme ad ambulanti e commercianti per chiedere di potere riaprire in sicurezza. Durante la protesta ci sono stati alcuni momenti di tensione con le forze dell'ordine.

I rappresentanti di Mio Italia hanno annunciato in piazza che da domani i piccoli imprenditori del comparto dell'ospitalità a tavola (Horeca) associati al movimento riaprinno "a pranzo e a cena. Non è una provocazione, né un atto dimostrativo, ma una questione di sopravvivenza". In tutti questi mesi "abbiamo sentito tante chiacchiere, avuto tante pacche sulle spalle da parte di tutti i politici che ci hanno ripetuto che siamo in guerra, da domani noi torneremo a lavoro".