Ristorazione stellata in Emilia Romagna, vale 98 mln di euro

Red/Apa

Roma, 16 set. (askanews) - La ristorazione stellata in Emilia-Romagna: una risorsa economica diretta, ma anche un potente moltiplicatore di risorse per i territori, anche in termini turistici, che vale complessivamente 98 milioni di euro.

Lo afferma l'indagine commissionata da Guide Michelin a JFC da cui emerge che, lo scorso anno in Emilia-Romagna, i 22 ristoranti stellati Michelin (uno a 3 stelle, due a 2 stelle e 19 a 1 stella) e i 32 "Bib Gourmand" (ovvero i ristoranti con il miglior rapporto qualità-prezzo, di cui la Regione detiene il primato numerico nella Guida rossa) hanno generato complessivamente 98 milioni di euro di fatturato. Di questa somma, solo il 42% è fatturato diretto per i ristoranti, mentre il 58%, pari a 57 milioni, rappresenta l'indotto distribuito a beneficio del territorio tra servizi, commercio e ospitalità. Il valore territorialeche sono in grado di attivare i ristoranti "stellati Michelin" e i "Bib Gourmand" a livello nazionale si riscontra al massimo livello in Emilia-Romagna.

I dati sono stati presentati questa mattina nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato tra gli altri l'assessore regionale al Turismo Andrea Corsini, il curatore della ricerca Massimo Feruzzi, Marco Do direttore Comunicazione di Michelin Italia, la sindaca di Piacenza Patrizia Barbieri e Cristiano Casa, assessore al Turismo di Parma. Nell'occasione, è stato consegnato al Teatro Farnese di Parma il riconoscimento delle tre stelle della Guide Vert Michelin e annunciato che la presentazione della prossima Guida 2020 si terrà a Piacenza, mentre a Parma in primavera verrà illustrata la Guida rossa "Main Cities of Europe".

"E' questo il territorio- afferma l'assessore Andrea Corsini- che, più di altri a livello nazionale rappresenta il Made in Italy in fatto di produzioni gastronomiche di eccellenza. Ed è proprio in questo territorio che vive e si rafforza continuamente la Food Valley, anche grazie al fatto di essere la prima regione in Europa per numero di prodotti dop e igp, ben 44. La Ricerca conferma un 'sentiment' di tutti gli operatori che operano nella filiera, siano essi produttori, ristoratori, commercianti o gestori del sistema ospitale: la Guida rossa è strumento generatore non solo di visibilità per i ristoranti che segnala, ma anche di benefici economici per l'intero territorio, se è vero che nel 2018 i soli ristoranti stellati Michelin e i Bib Gourmand hanno portato benefici per ben 98 Milioni di Euro".(Segue)