I risultati degli esami tossicologici

·2 minuto per la lettura
Edoardo Moschini
Edoardo Moschini

Edoardo Moschini è morto a 36 anni in un incidente in via Cassia Nuova. L’uomo alla guida del furgone era ubriaco e drogato. L’incidente è avvenuto a causa di un sorpasso azzardato del 52enne alla guida del Fiat Doblò.

Incidente in via Cassia Nuova: l’uomo alla guida del furgone era ubriaco e drogato

L’uomo che la sera del 7 luglio ha travolto e ucciso Edoardo Moschini, 36enne che viaggiava a bordo della sua moto Yamaha su via Cassia Nuova, è risultato ubriaco e drogato. Il giovane stava raggiungendo degli amici per vedere la semifinale dell’Italia. Moschini non ha potuto festeggiare la vittoria degli azzurri, perché è morto a causa dello schianto. L’uomo alla guida del Fiat Doblò, di 52 anni, lo ha investito a nemmeno 300 metri dalla sua abitazione. Il ragazzo è stato sbalzato a diversi metri di distanza dal suo mezzo ed è morto praticamente sul colpo, a causa delle gravissime ferite riportate.

Incidente in via Cassia Nuova: i rilievi e i test

Secondo i rilievi effettuati dalla Polizia Locale, la causa dell’incidente sarebbe un sorpasso azzardato effettuato dall’uomo alla guida del furgone, che ha completamente invaso la corsia opposta e investito Edoardo Moschini, che viaggiava in modo regolare sulla sua corsia. Il 52enne alla guida del Fiat Doblò è stato immediatamente sottoposto a tutti i test di rito ed è risultato positivo all’assunzione di cocaina e alcol. L’uomo è rimasto ferito ed è stato trasportato in codice rosso al Sant’Andrea, dove è stato ricoverato. Ora è ufficialmente indagato per omicidio stradale.

Incidente in via Cassia Nuova: chi era Edoardo Moschini

Edoardo Moschini aveva 36 anni ed era originario di Torino, anche se da anni viveva a Roma. Aveva aperto diverse attività imprenditoriali, tra cui due ristoranti giapponesi a Parioli e a Trastevere. Era un grande tifoso della Fiorentina. L’incidente che lo ha portato alla morte è avvenuto alle 19.30, in quella che doveva essere una semplice serata di festa in compagnia degli amici, per guardare insieme la partita. “Come faremo senza le tue massime sul calcio? Mancherai Mosca. Condoglianze a tutta la famiglia” ha scritto un amico sul profilo di Edoardo Moschini. La sua morte ha portato un grande dolore a tutte le persone che lo conoscevano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli