Rita Dalla Chiesa a Barbara Palombelli: "Non guardo Forum ma tu sei molto brava"

·1 minuto per la lettura
Rita Dalla Chiesa
Rita Dalla Chiesa

Rita Dalla Chiesa ha messo a tacere le voci in merito a una sua presunta rivalità con Barbara Palombelli e ha dedicato un messaggio alla famosa collega.

Rita Dalla Chiesa e Barbara Palombelli

Nonostante Barbara Palombelli abbia raccolto il suo testimone a Forum diventandone conduttrice, Rita Dalla Chiesa ha voluto smentire le voci in merito a una sua presunta rivalità con la famosa collega e via social ha lodato il suo modo di fare tv:

“Ciao Barbara, questo per far vedere alle persone che non siamo assolutamente rivali come hanno scritto. Certo, magari non riesco a guardare Forum perché è come vedere un grande amore che se ne va con un’altra. Proprio non ce la faccio, però ti seguo tutte le sere a Stasera Italia e ti trovo molto, molto brava. A volte ti ho applaudita da casa per le cose che dicevi. Quando ti guardo, mi ricordo di quando eravamo ragazze e stavamo con quei due che giocavano a biliardino insieme, mentre noi chiacchieravamo di tante cose. Affrontavamo la vita insieme, poi non ci siamo più frequentate e viste come prima, però ti sono sempre molto vicina”, ha dichiarato Rita Dalla Chiesa, ammettendo però di non guardare il suo famoso programma tv.

La risposta di Barbara Palombelli

Ospite a Verissimo Barbara Palombelli si è detta commossa e colpita dalle parole della famosa giornalista e conduttrice tv e ha risposto:

“Questo è veramente un regalo perché io voglio molto bene a Rita. Le vacanze, i tornei di ping pong, quei momenti passati insieme non ce li toglierà nessuno”, ha affermato.

Barbara Palombelli: le scuse

Proprio al salotto di Silvia Toffanin la moglie di Rutelli ha anche deciso di scusarsi per quanto da lei recentemente affermato sul tema dei femminicidi.

“Quando un giornalista non riesce a farsi capire deve scusarsi. Io l’ho fatto e voglio farlo ancora. È anche vero che i principi e la libertà di pensiero vanno difesi anche dalle campagne di aggressione. Io posso difendermi perché ho una corazza, ma ci sono giovani ragazzi e ragazze che vengono massacrati da queste aggressioni, magari da parte di compagni di scuola. Ogni giorno sui social c’è un plotone di esecuzione e una nuova vittima. Dovremmo riflettere. Se cambierei qualcosa di quel discorso? Oggi direi che del femminicidio mi interessa il prima, dove si può fermare la violenza prima. Come ha reagito mio marito? Si astiene, sa che sono forte e so difendermi da sola”, ha detto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli