Ritorna il carbone in Germania

Ingo Engel è uno degli ultimi commercianti di carbone nella città di Lipsia (Sassonia). In realtà voleva andare in pensione molto tempo fa. In questo momento però, lui e i suoi prodotti sono molto richiesti dai clienti. La guerra in Ucraina e i timori per la carenza di gas hanno dato una ripresa inaspettata ai combustibili fossili.

Ingo Engel: "Le richieste sono triplicate. Il telefono non smette di squillare. È una follia. È comprensibile, tutti hanno paura. La maggior parte delle persone per fortuna ha ancora una stufa a carbone in casa. E penso che sia ancora un'opzione più economica rispetto a petrolio e gas".

Il carbone, il killer del clima, ritenuto morto è di nuovo richiesto. Nello stabilimento Schwarze Pumpe di Lausitz, le linee di produzione funzionano a pieno regime. La produzione è 24 ore su 24, anche nei mesi estivi. La gente vuole carbone per il prossimo inverno.

C'erano quasi 30 commercianti di carbone a Lipsia ai tempi della RDT, ora ce ne sono solo quattro. Per Engel, per il momento, la pensione è fuori questione. Per quanto tempo continuerà?

Continua Engel: "Penso che finché Putin si fisserà sui suoi obiettivi andrà sicuramente avanti fino alla fine dell'anno o l'anno prossimo, vedremo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli