Ritorna l'anticiclone

webinfo@adnkronos.com
Dopo una settimana di caldo intenso e dopo il maltempo atteso nel weekend, il nostro sguardo si rivolge già alla prossima settimana e la domanda che ci sorge spontanea è: tornerà a far caldo con alti tassi di umidità oppure ci aspettano giorni freschi caratterizzati da temporali? Per rispondere a questa domanda abbiamo preso in esame le mappe emesse dal centro di calcolo ECMWF che ci proietta verso un'Italia suddivisa in diverse zone. A partire da lunedì 29 luglio la pressione tornerà ad aumentare ovunque grazie al ritorno, ed è una prima novità, dell'anticiclone delle Azzorre che regalerà ampio soleggiamento quasi ovunque con qualche nube solamente sulle Alpi del Triveneto, sul basso Tirreno e sugli Appennini. I venti, a causa della rotazione del ciclone presente sui Balcani, ruoteranno da Maestrale che risulterà sostenuto sulla Sardegna, alto Tirreno e lungo il versante Adriatico.  Le temperature saranno in crescita al Nord e stazionarie al Centro con valori massimi che non dovrebbero andare oltre i 32°C. Al Sud picchi fino a 35°C (Sicilia e vallate calabresi). Per la giornata di martedì 30 luglio valori termici attesi in ulteriore aumento di 1/2 gradi al Nord, stazionarie al Centro-Sud. Il cielo sarà sereno ovunque con locali annuvolamenti pomeridiani sulle zone montuose meridionali. Da mercoledì 31, la pressione tornerà a diminuire al Nord per un piccolo vortice presente sulla Germania. L'arrivo di questo vortice farà peggiorare il tempo sulle Alpi, sulle Prealpi e fin verso la Pianura Padana Centro-Orientale. Il marcato peggioramento sarà caratterizzato da temporali mentre splenderà il sole sul resto d'Italia con temperature oltre la norma, al Sud. L'altra novità è quella che riguarda la seconda parte della settimana: da giovedì 1 agosto fino a domenica 4 le nostre regioni verranno infatti verosimilmente raggiunte da spifferi più freschi di origine Nord-Europea, ed è pertanto è ipotizzabile un calo delle temperature al Nord e lungo il versante Adriatico.

Dopo una settimana di caldo intenso e dopo il maltempo atteso nel weekend, il nostro sguardo si rivolge già alla prossima settimana e la domanda che ci sorge spontanea è: tornerà a far caldo con alti tassi di umidità oppure ci aspettano giorni freschi caratterizzati da temporali? Per rispondere a questa domanda abbiamo preso in esame le mappe emesse dal centro di calcolo ECMWF che ci proietta verso un'Italia suddivisa in diverse zone. 

A partire da lunedì 29 luglio la pressione tornerà ad aumentare ovunque grazie al ritorno, ed è una prima novità, dell'anticiclone delle Azzorre che regalerà ampio soleggiamento quasi ovunque con qualche nube solamente sulle Alpi del Triveneto, sul basso Tirreno e sugli Appennini. I venti, a causa della rotazione del ciclone presente sui Balcani, ruoteranno da Maestrale che risulterà sostenuto sulla Sardegna, alto Tirreno e lungo il versante Adriatico.  

Le temperature saranno in crescita al Nord e stazionarie al Centro con valori massimi che non dovrebbero andare oltre i 32°C. Al Sud picchi fino a 35°C (Sicilia e vallate calabresi). Per la giornata di martedì 30 luglio valori termici attesi in ulteriore aumento di 1/2 gradi al Nord, stazionarie al Centro-Sud. Il cielo sarà sereno ovunque con locali annuvolamenti pomeridiani sulle zone montuose meridionali. 

Da mercoledì 31, la pressione tornerà a diminuire al Nord per un piccolo vortice presente sulla Germania. L'arrivo di questo vortice farà peggiorare il tempo sulle Alpi, sulle Prealpi e fin verso la Pianura Padana Centro-Orientale. Il marcato peggioramento sarà caratterizzato da temporali mentre splenderà il sole sul resto d'Italia con temperature oltre la norma, al Sud. 

L'altra novità è quella che riguarda la seconda parte della settimana: da giovedì 1 agosto fino a domenica 4 le nostre regioni verranno infatti verosimilmente raggiunte da spifferi più freschi di origine Nord-Europea, ed è pertanto è ipotizzabile un calo delle temperature al Nord e lungo il versante Adriatico.