Riuscito il primo trapianto di un orecchio stampato in 3D

Riuscito il primo trapianto di un orecchio stampato in 3D (Getty Images)
Riuscito il primo trapianto di un orecchio stampato in 3D (Getty Images)

Arriva da New York una notizia straordinaria: per la prima volta al mondo la stampa 3D è stata usata per creare una parte del corpo umano utilizzando le cellule del paziente. I medici di una società di biotecnologie nel Queens hanno creato un orecchio stampato in 3D con le cellule della paziente, una ragazza di 20 anni, e poi le hanno trapiantato l'orecchio.

LEGGI ANCHE: Un razzo stampato in 3D è pronto a partire da Cape Canaveral

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Le ultime novità nel mondo della robotica

La giovane era nata con l'orecchio destro piccolo e deforme. Il trapianto effettuato su di lei con successo rappresenta uno straordinario progresso nel campo dell'ingegneria dei tessuti. Il nuovo orecchio è stato trapiantato a marzo, ma la notizia è stata diffusa solo adesso. Finora non ci sono stati episodi di rigetto e, secondo gli scienziati, essendo l'organo creato con le stesse cellule della paziente, non dovrebbero verificarsi episodi del genere. L'orecchio è stato stampato in una forma che corrispondeva esattamente all'orecchio sinistro della donna, come ha spiegato l'azienda di medicina rigenerativa.

LEGGI ANCHE: In bici per campagna su donazione organi, partito da Ragusa fa tappa...

"E' una grande cosa", ha affermato Adam Feinberg, professore di ingegneria biomedica presso la Carnegie Mellon University e co-fondatore di FluidForm, un'azienda di medicina rigenerativa che utilizza anche la stampa 3D, "ciò dimostra che questa tecnologia non è più un 'se', ma un 'quando'". Intanto prosegue la sperimentazione clinica su 11 pazienti. La società che sta eseguendo i trapianti mette in guardia: ancora è troppo presto per cantare vittoria. Ma finora tutto sta andando bene e il mondo guarda con curiosità e speranza a questo nuovo tipo di trapianti.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Donazione di organi, Bertani (Ismett) "Il Sud è ancora indietro"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli