Rivendicato da un gruppo vicino ad al-Qaida l’attentato alla metro di San Pietroburgo

E’ stato rivendicato dal sedicente Battaglione dell’Imam Shamil l’attentato compiuto il 3 aprile nella metropolitana di San Pietroburgo e costato la vita a 16 persone.

Secondo un sito di intelligence statunitense la rivendicazione sarebbe stata diffusa attraverso una agenzia di stampa in Mauritania.

Nel comunicato i miliziani specificano di aver messo in atto gli ordini del leader di al-Qaida Ayman al-Zawahiri allo scopo di punire la Russia per i suoi interventi nei paesi musulmani, come la Siria e la Libia.

Per l’attentato di San Pietroburgo sono state arrestate nove persone, tutte originarie dell’Asia centrale e sospettate di aver avuto un ruolo nell’azione terroristica.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità