Rivista Uppa: bambini e coronavirus, le domande frequenti -2-

Mda

Milano, 12 mar. (askanews) - 6. Se una mamma risulta positiva al Coronavirus, può allattare il suo bambino? Sì. Se le condizioni cliniche della mamma lo consentono, l'allattamento deve essere avviato e/o mantenuto direttamente al seno o con latte materno spremuto. La mamma dovrà quindi attenersi scrupolosamente alle misure di contenimento prescritte per i soggetti positivi al virus. È possibile approfondire l'argomento sul sito dell'Istituto Superiore di Sanità.

7. È meglio far finta di niente e non parlare ai bambini di questa emergenza? No. Tacere di fronte a una situazione così palesemente anomala potrebbe suscitare grande angoscia nei bambini. È importante parlare con loro di ciò che sta succedendo, fornendo informazioni serie e comprensibili per ciascuna età.

8. In caso di altri problemi urgenti, è pericoloso recarsi in ospedale? No. Le strutture sono attrezzate con percorsi protetti, in caso di necessità urgenti e indifferibili, è possibile recarsi negli ospedali. Attenendosi scrupolosamente alle indicazioni del personale sanitario non si corrono rischi aggiuntivi di contagio.

9. Se voglio saperne di più? Se hai bisogno di ulteriori informazioni rivolgiti al tuo medico oppure consulta il sito del Ministero della Salute. Fai attenzione alle notizie false o non accurate in circolazione, e non condividere contenuti che non provengano da fonti attendibili.

Uppa ricorda che attenersi alle misure di contenimento contribuirà ad accorciare la durata dell'emergenza e a ridurne i danni per tutta la popolazione.