Rivolta in carcere, caccia a gruppo di evasi a Foggia

webinfo@adnkronos.com

Sarebbero ancora una ventina i detenuti ancora liberi, evasi questa mattina dal carcere di Foggia durante la rivolta messa in atto per protestare contro le restrizioni nei colloqui in carcere a causa del Coronavirus. Lo si apprende da fonti sindacali della polizia penitenziaria. 

I numeri tuttavia sono ancora incerti e approssimativi, solo quando la situazione si normalizzerà completamente potranno essere più precisi. In tutto sono stati una sessantina i detenuti evasi, mentre una quarantina o sono stati riacciuffati dalle forze dell’ordine intervenuti in modo massiccio o sono tornati spontaneamente nel penitenziario che si trova nella zona Villaggio Artigiani, situato in una zona periferica non lontano dalla strada statale 16.