Rizzoli: Dad utile per fermare contagi, trasporti troppo affollati

Red-Alp
·1 minuto per la lettura

Milano, 26 ott. (askanews) - "La scorsa settimana abbiamo fatto un'ordinanza con la richiesta della Dad al 100% per tutte le classi superiori e gli istituti professionali, non perché siamo contro la didattica in presenza, anzi, ma per l'allarme dell'aumento dei contagi nella nostra Regione. In Lombardia abbiamo quasi 11 milioni di abitanti e il comparto degli studenti che ogni giorno andava a scuola arrivava a 460mila ragazzi che tutte le mattine prendevano i mezzi pubblici per recarsi a scuola. Siccome il contagio si può diffondere maggiormente sui mezzi pubblici, avevamo preso questa decisione per decongestionare il traffico urbano e interrompere una parte della catena dei contagi". Lo ha detto a "Buongiorno" su Sky Tg24 , l'assessora all'Istruzione della Regione Lombardia Melania Rizzoli. "Avevamo fatto richiesta al Governo e in particolare al ministro De Micheli per un intervento sui trasporti" ha proseguito Rizzoli, spiegando che "invece è stata ferrea sul mantenimento dell'80% della capienza sui mezzi pubblici". "Guardando le fermate di autobus e metro si vede che questa percentuale viene ampiamente superata, quindi a noi non è rimasto altro che prendere questa decisione, solo per le classi superiori, perché sono i ragazzi più autonomi che usano i mezzi" ha aggiunto l'assessora, continuando "per le altre classi cerchiamo di resistere, perché riteniamo l'istruzione un patrimonio importante del nostro Paese, privare i ragazzi della didattica in presenza sarebbe un ulteriore danno, oltre a quello che hanno già subito durante il lockdown, ma prendiamo in considerazione tutte le possibilità, a seconda del trend epidemiologico".