Ro.Me Museum Exhibition 2020, la terza edizione fiera è digitale

Cuc
·4 minuto per la lettura

Roma, 28 ott. (askanews) - RO.ME - Museum Exhibition, la fiera internazionale sui musei, luoghi e destinazioni culturali, celebra la sua terza edizione collegata alla diffusione del Covid-19 e quest'anno si fa interamente digitale (sulla piattaforma romemuseumexhibition.com). I musei, le istituzioni culturali, le aziende e i professionisti potranno visitare la fiera in modalità virtuale, organizzando incontri B2B, assistendo ai webinar e partecipando in streaming agli incontri in programma. Oltre 70 aziende nazionali e internazionali popoleranno il marketplace della Fiera digitale, esponendo i propri prodotti e illustrando le proprie soluzioni: dal merchandising museale alle imprese creative e culturali, dagli allestimenti ai progetti immersivi attraverso la realtà virtuale e aumentata, dai servizi per i visitatori sino a quelli per l'exhibition e il collection management. La vetrina delle imprese è allestita grazie al contributo di Regione Lazio, Unioncamere Lazio e Camera di Commercio di Roma. Le aziende avranno l'opportunità di organizzare B2B con una audience di buyer internazionali: tra i quali: Sallie Stutz, agente plurimandatario per i musei statunitensi, Lorraine Dauchez di Arteum (Francia) che gestisce 300 punti vendita di prodotti culturali in 20 paesi, Leigh Anne Stevenson di Ingenium (Canada) rete dei musei canadesi della scienza e dell'innovazione, Irene Benito di Casa Battlò (Spagna) il museo di Antonio Gaudì a Barcellona, e Barbara Lenhardt, della National Gallery of Art di Washington. Ro.Me aprirà col convegno inaugurale alla presenza dei direttori dei musei italiani organizzato dalla Direzione Generale Musei del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, che quest'anno affronterà il tema "Musei in rete tra innovazione digitale e inclusione sociale", cona la partecipazione del ministro Dario Franceschini e del direttore generale Musei Massimo Osanna. Numerosi gli eventi speciali in programma: a partire dal meeting sulle industrie culturali e creative legate alle filiere dei musei e del turismo culturale. L'evento, che vedrà tra gli altri la partecipazione di: Anna Laura Orrico, sottosegretaria al MiBACT, Roberto Vellano, direttore centrale per la promozione della cultura e della lingua italiana del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, Paolo Orneli Assessore allo Sviluppo Economico, Ricerca, Innovazione e Start Up della Regione Lazio, Carlo Cafarotti, Assessore allo Sviluppo Economico di Roma Capitale, Invitalia, Unicredit, la Fondazione Scuola dei Beni e delle Attività Culturali e la Compagnia di San Paolo, ospiterà il keynote "Reimagining Return - New Models post-COVID" ?" di Steven Wolff, Presidente e fondatore di AMS Planning & Research Corp tra gli operatori e investitori più noti nel settore art & entertainment degli Stati Uniti. Nel corso dell'evento sarà fruibile una vetrina di imprese culturali e creative con i loro prodotti e servizi: intelligenza artificiale applicata al settore dell'arte, realtà aumentata, digitalization, architettura, design, innovative project, cloud computing, IoT e analytics, gamefication. Eike Schmidt, direttore della Galleria degli Uffizi e Mario De Simoni, presidente di Ales SpA, si confronteranno sui nuovi paradigmi legati alla programmazione, organizzazione e fruizione delle mostre nel post-pandemia a partire dal caso della mostra "Raffaello.1520-1483", inaugurata lo scorso 3 marzo alle Scuderie del Quirinale in occasione delle celebrazioni mondiali per il quinto centenario dalla scomparsa dell'artista. Nell'ottica della promozione del Sistema museale nazionale, RO.ME - Museum Exhibition, in collaborazione con la Direzione Generale Musei del MiBACT, ha ideato una Virtual Experience su 15 Musei del Territorio disseminati lungo la penisola italiana, il cui pilota sarà presentato in occasione della manifestazione. Novità assoluta di questa edizione, l'istituzione del premio Fondazione Santagata sotto il patrocino della Commissione Nazionale Italiana Unesco, attribuito da una giuria di esperti a un progetto di sviluppo sostenibile realizzato o avviato nell'ambito di un territorio o di una comunità con designazione UNESCO sul territorio nazionale. Istituzioni e professionisti nazionali ed internazionali discuteranno di strategie, contenuti, esperienze per favorire l'accessibilità di collezioni e raccolte di musei, archivi e biblioteche, proprietà intellettuale e diritti d'autore.Tra i partecipanti: Andrew Ellis, Direttore di Art UK, piattaforma per la cultura e l'educazione nel Regno Unito che collabora con oltre 3.300 istituzioni britanniche e che dal 2003 ha digitalizzato oltre 220.000 dipinti di oltre 40.000 artisti. Sofie Andersen, Head of Digital Content al Metropolitan Museum of Art di New York, Nancy Proctor, Direttore del Peale Center for Baltimore History and Architecture, Enrico Bellini, Public Policy Manager di Google, Gabriel Zuchtriegel, Direttore del Parco Archeologico di Paestum, Laura Fornara, Direttore Fondazione 1563 per l'Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo, Julie Le Claire, di Ingenium - Canada's Museums of Science and Innovation, Cecile Shellman, dell'American Alliance of Museums, Adele Maresca Compagna, Presidente di ICOM Italia. Ancora al centro l'approfondimento sui protagonisti, i modelli di patronage, le donazioni, Art Bonus e le sponsorizzazioni di beni culturali, che prevede la partecipazione di Ales SpA. Saranno celebrati i 25 anni della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, ed è prevista una tavola rotonda sul tema "Fondazioni d'Arte, eccellenze italiane nella ricerca, nella valorizzazione e nella promozione dell'arte contemporanea" alla quale interverranno: Fondazione Memmo, La Fondazione, Fondazione Giuliani, Fondazione Roma. L'evento sarà realizzato in collaborazione con Talent Prize, promosso da Inside Art.