Robert Hogan è morto: l'attore di Law & Order aveva 87 anni

·2 minuto per la lettura
robert hogan morto
robert hogan morto

Robert Hogan è morto: l’attore aveva 87 anni e da tempo combatteva contro una brutta malattia. A rendere pubblica la triste notizia è stata la famiglia, che ha sottolineato che negli ultimi tempi le condizioni dell’interprete si erano aggravate.

Robert Hogan è morto

L’attore Robert Hogan è morto ad 87 anni. Protagonista di oltre cento produzioni televisive americane, da tempo combatteva contro il morbo di Alzheimer. Stando a quanto raccontato dalla famiglia, negli ultimi giorni le sue condizioni di salute si erano aggravate. Stando a quanto riporta il New York Times, Robert è scomparso a causa di una polmonite, che gli ha creato diverse complicazioni. Hogan è deceduto nella sua casa nel Maine, dove viveva da 38 anni con la moglie Mary. L’attore aveva 3 figli, Chris, Stephen e Jud, avuti dal primo matrimonio con Shannon. Inoltre, aveva anche due nipoti, Susanna e Liam. La famiglia ha chiesto, a quanti vogliono, di ricordare Robert con donazioni alla DOROT di New York City o all’Alzheimer’s Association.

Robert Hogan è morto: carriera stoppata dalla malattia

Robert Hogan ha avuto una lunga carriera. Attore di cinema, di teatro e di serie tv, ha recitato in titoli famosi in tutto il mondo, come Law & Order e General Hospital. Aveva debuttato negli anni Sessanta e ha smesso di lavorare solo quando è comparsa la malattia, nel 2013.

Robert Hogan è morto: una lunga carriera

La carriera di Hogan è stata ricca di successi. Tanti i titoli che lo hanno visto sia come protagonista che come personaggio secondario. Tra i più famosi ci sono: Hogan’s Heroes, The Donna Reed Show, Ai confini della realtà, I Dream of Jeannie, Laverne & Shirley, The Memory of Eva Ryker e Prince Jack.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli