Roberta Bruzzone commenta a “La vita in diretta” il caso del piccolo Nicola: “Alcune cose non convincono”

·1 minuto per la lettura
bruzzone caso nicola
bruzzone caso nicola

Nella mattinata di mercoledì 23 giugno il piccolo Nicola di soli 21 mesi è stato ritrovato dal giornalista Giuseppe Di Tommaso de “La vita in diretta“. Sentendo alcuni rumori e lamenti del piccolo incastrato in una scarpata, l’inviato è riuscito a individuarlo, coadiuvato poi dagli agenti locali. Dopo il racconto emozionato del fatto, il programma di Rai Uno è tornato ad approfondire il caso ascoltando i pareri di diversi criminologi. A parlare in prima persona è dunque intervenuta anche Roberta Bruzzone, che non ha esitato a esprimere la propria opinione.

Roberta Bruzzone interviene sul caso

Secondo il parere della criminologa Roberta Bruzzone ci sarebbero dunque diversi elementi legati alla vicenda che non quadrano. “C’è un passaggio che non mi torna. Il bimbo indossava un paio di sandali, difficili da indossare da solo, per un piccolo di 21 mesi. Non comprendo questo passaggio. Perché aveva questi indumenti? Come avrebbe fatto poi a percorrere tre km di notte senza avere paura? Alcune cose non mi convincono”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.
Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

In questa sua dichiarazione, l’esperta ha del resto trovato d’accordo anche moltissimi telespettatori, mentre è stato aperto un fascicolo per fare chiarezza Secondo il racconto dei genitori, il bambino si sarebbe alzato da solo durante la notte e sarebbe uscito di casa senza lasciare traccia. La denuncia è peraltro giunta parecchie ore dopo la scomparsa di Nicola, fatto ancora del tutto da chiarire con i parenti del piccolo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli