Roberto Brunetti è morto: "Er Patata" trovato senza vita nel suo letto

Roberto Brunetti è morto:
Roberto Brunetti è morto: "Er Patata" trovato senza vita nel suo letto (Photo by Elisabetta A. Villa/WireImage)

Una brutta notizia per gli amanti di "Romanzo criminale". L'attore romano Roberto Brunetti, conosciuto come "Er Patata", è stato trovato morto nella sua abitazione a Roma. Brunetti è stato trovato riverso sul letto in posizione supina e coperto da un lenzuolo. Sul cadavere non c'era nessun segno di violenza, ma la salma è stata messa a disposizione dell'Autorità giudiziaria.

LEGGI ANCHE: Roberto Brunetti, 'Er Patata' trovato morto in casa a Roma. Aveva 55 anni

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Bruno: "I miei 'criminali' alla conquista di Gomorra"

A lanciare l'allarme è stata la compagna di Roberto Brunetti, poiché non riusciva a mettersi in contatto con lui. Anche alcuni conoscenti avevano provato a contattarlo, inutilmente. I primi ad arrivare sul posto sono stati i vigili del fuoco, che hanno poi allertato le forze dell'ordine.

LEGGI ANCHE: È morto Roberto Brunetti 'Er Patata'

Roberto Brunetti, alias "Er Patata", è stato lungo compagno dell'attrice Monica Scattini, morta nel 2015. Tra i film ai quali l'attore aveva preso parte ci sono: "Fuochi d'artificio" di Leonardo Pieraccioni e "Paparazzi" di Neri Parenti. Ma "Er Papata" doveva la sua notorietà a film come "Fatti della banda della Magliana" e "Romanzo Criminale", dove aveva interpretato il malvivente Aldo Buffoni.

LEGGI ANCHE: Roberto Brunetti, Er Patata a Domenica Live: "Sono uscito dal carcere dopo l'arresto per droga. Basta brutte compagnie: voglio ripartire"

Secondo le prime informazioni, durante il sopralluogo della polizia nell'appartamento di Roberto Brunetti sono state trovate tracce di hashish e cocaina. A chiarire se il decesso sia legato al consumo di sostanze stupefacenti sarà adesso l'autopsia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli