Roberto Del Gaudio si è suicidato: uccise la moglie con punteruolo

roberto del gaudio

Roberto Del Gaudio si è suicidato nel carcere di Torino: il 18 agosto scorso aveva ucciso la moglie Brigida De Maio con una sgorbia da falegname. La donna era stata colpita almeno una trentina di volta al petto. Da quanto si apprende, inoltre, il 65enne originario di Atripalda, in provincia di Avellino aveva seguito una cura psichiatrica prima di commettere il delitto. Si è tolto la vita nella serata del 10 novembre: era ospite nella casa circondariale Lorusso e Cutugno di Torino.

Roberto Del Gaudio

Era stato lui stesso a confessare l’omicidio di sua moglie con una telefonata alla polizia. L’uomo, un 65enne di Atripalda aveva dichiarato agli agenti: “L’ho colpita con un oggetto lungo e appuntito… credo di aver ucciso mia moglie“. Era il 18 agosto: Roberto aveva usato una sgorbia da falegname per infliggere i colpi a Brigida De Maio. “Non ce la facevo più, assumo psico-farmaci” aveva pii aggiunto. Il femminicidio si era verificato nell’appartamento della coppia in Corso Orbassano. In quel luogo gli inquirenti avrebbero trovato della documentazione sanitaria attestante la “cura presso il Dipartimento di salute mentale di Torino con diagnosi psicosi paranoide“. Roberto era in cura con alcuni psicofarmaci, ma la polizia no ha trovato nessuna prescrizione medica.

La ricostruzione del delitto l’aveva fornita Roberto stesso: quel giorno “avevo deciso di farla finita” aveva spiegato qualche mese fa. “Non avevamo litigato, non avrei mai voluto ucciderla. Ora voglio solo morire”. Roberto si è tolto la vita il 10 novembre nel carcere di Torino.