Roberto Maroni è morto: l'ex segretario della Lega aveva 67 anni

Roberto Maroni è morto: l'ex segretario della Lega aveva 67 anni (Photo by Mairo Cinquetti/NurPhoto via Getty Images)
Roberto Maroni è morto: l'ex segretario della Lega aveva 67 anni (Photo by Mairo Cinquetti/NurPhoto via Getty Images)

Roberto Maroni è morto. Ex segretario della Lega, fu anche ministro (dell'Interno dal 1994 al 1995, del Lavoro e delle Politiche sociali dal 2008 al 2011, quando fu anche vicepresidente del Consiglio) e presidente della Regione Lombardia. Nato a Varese nel 1955, era malato da tempo. Dal 2021, infatti, combatteva con un tumore.

SFOGLIA ANCHE: Addio Roberto Maroni: una vita in politica. Le immagini

VIDEO - Chi è Roberto Maroni

Appassionato di politica sin dagli anni del liceo (frequentò il classico Ernesto Cairoli di Varese), in gioventù le sue idee erano di estrema sinistra: lo dimostra la militanza in Democrazia Proletaria, partito extraparlamentare di ispirazione comunista. La svolta avvenne però nel 1979, anno in cui Roberto Maroni conobbe Umberto Bossi. Tra i due nacque non solo una lunga, profonda e proficua amicizia, ma anche una collaborazione durata decenni e che avrebbe dato vita alle varie incarnazioni della Lega. Un movimento dapprima profondamente lombardo, e che nel tempo si è tramutato nel partito che conosciamo oggi.

SFOGLIA ANCHE: Morte Roberto Maroni: il cordoglio dei politici sui social - FOTO

Parallelamente portò avanti anche altri interessi: quello per la filosofia, il giornalismo, la musica soul americana (fu anche provetto tastierista). Ma anche gli studi, dato che conseguì la laurea in giurisprudenza a Milano, superò l'esame di Stato da procuratore a L'Aquila e divenne avvocato. Infatti nel giorno della fondazione della "Lega autonomista lombarda", il 12 aprile 1984 a Varese, Roberto Maroni non c'era. E Umberto Bossi sperava di vederlo coinvolto a tempo pieno nei programmi del Carroccio, cosa che inizialmente il neo avvocato non voleva fare. Contribuendo alla causa del partito, restando però sullo sfondo.

Roberto Maroni è morto: l'ex segretario della Lega aveva 67 anni (Photo by Ada Masella/Mondadori Portfolio via Getty Images)
Roberto Maroni è morto: l'ex segretario della Lega aveva 67 anni (Photo by Ada Masella/Mondadori Portfolio via Getty Images)

Le cose iniziarono a cambiare a partire dal 1990, quando divenne consigliere comunale a Varese proprio per la Lega Nord, in cui un anno prima aveva contribuito a trasformare l'originaria Lega Lombarda. Già due anni dopo entrò per la prima volta in Parlamento da Deputato (lo rimase da quel 1992 fino al 2013). E l'ascesa inarrestabile di Roberto Maroni trovò compimento l'11 maggio 1994, quando fu indicato da Silvio Berlusconi come ministro dell'Interno del suo primo governo. Un mandato che durò solo otto mesi, ma che si ripeté nel 2008. E stavolta proseguì fino al 2011.

LEGGI ANCHE: Il primo malore, quando Roberto Maroni fu operato al neurologico Besta di Milano

GUARDA ANCHE: La Lega e il Referendum del 2017: la sfida dei Governatori

Noto anche per il successivo incarico di ministro del Lavoro e delle Politiche sociali (erano gli anni in cui si cominciò a parlare diffusamente di Welfare), Roberto Maroni divenne poi presidente della Regione Lombardia nel post Formigoni, ma soprattutto divenne il nuovo segretario federale della Lega Nord nel 2012. Il primo dopo Umberto Bossi, nella delicatissima fase dello scandalo Belsito, il primo non smaccatamente indipendentista. Da lì la transizione verso il nuovo partito guidato da Salvini, segretario già dal 2013. Poi il progressivo allontanamento dalla politica, l'ipotesi del ritorno come candidato sindaco a Varese. E la rinuncia, nel giugno 2021, qualche mese dopo il malore che lo costrinse a una delicata operazione: era già arrivato il tumore. "La malattia mi ha fatto capire che tra le cose importanti non c'è la politica con la P minuscola", disse al 'Corriere della Sera' nella sua ultima intervista, poco più di un mese fa.