1 / 6
Il computer che non sbaglia diagnosi. Watson è un supercomputer che non scambia una malattia per un’altra. E’ stato sviluppato nello storico centro Thomas Watson di Ibm. Si tratta di un algoritmo capace di individuare la malattia e consigliare la cura. (Getty)

I robot sostituiranno l’uomo. Dall’androide che prenderà il posto dei telefonisti, all’algoritmo che aiuta a riconoscere le malattie

Cinque milioni di posti di lavoro persi da qui al 2020. Tutto merito, anzi colpa, dei robot che sostituiranno l’uomo, secondo il rapporto diffuso al World Economic Forum di Davos. Senza per forza scomodare nessun romanzo di fantascienza, basti pensare che ormai un italiano su quattro fa operazione bancarie online, senza bisogno di recarsi in filiale.