Roggiani: Pd a presidio per i curdi a Milano, stop armi a Turchia

Red-Alp

Milano, 14 ott. (askanews) - "Quello che sta accadendo nel Nord della Siria, un Paese già martoriato da una guerra che si consuma da anni, non può lasciarci indifferenti. Il popolo curdo, che in questi anni è stato essenziale nel combattere l'Isis, oggi non può essere lasciato solo, dopo il volta faccia voluto dal presidente degli Stati Uniti, Trump. Di fronte alla deliberata aggressione e invasione dell'esercito turco di Erdogan non possiamo che invocare loro di fermarsi. È chiaro che la nostra iniziativa, di sostegno ai curdi, vuole essere anche un'occasione per ribadire la necessità che l'Italia abbandoni l'incertezza e assuma una posizione netta e decisa (con lo stop alla vendita di armi ai turchi), e su questo confidiamo in una risposta celere del nostro Governo, e per chiedere che venga messa in campo ogni azione possibile, a livello nazionale, europeo e mondiale, per il cessare del conflitto". E' quanto si legge in una nota firmata dalla segretaria metropolitana del PD Milano, Silvia Roggiani, che alle 18 parteciperà al presidio sotto il consolato della Turchia per il presidio con lo slogan "Fermatevi! Milano al fianco del popolo curdo".

Il Partito Democratico di Milano è tra i promotori dell'iniziativa che si terrà in via Antonio Canova 36 e a cui hanno aderito fino ad ora 68 sigle, tra partiti politici, movimenti, associazioni e collettivi. Su Facebook sono circa 10mila le risposte raggiunte in pochi giorni dal lancio dell'evento.