Rogo Thyssen, andranno in carcere in Germania i manager condannati

Bea

Roma, 4 feb. (askanews) - Due manager del gruppo siderurgico Thyssen Krupp dovranno scontare cinque anni di carcere ciascuno per le loro responsabilità nell'incendio dell'acciaeria Thyssen Krupp di Torino che nel 2007 uccise sette dipendenti. Lo ha deciso l'alta corte regionale di Hamm (OLG), in Germania, che ha respinto il ricorso dei due manager contro la decisione del tribunale distrettuale di Essen, il quale a febbraio 2019 ha stabilito che l'arresto dei due, condannati in Italia per la tragedia possono essere eseguiti. Lo riferisce il quotidiano tedesco Bild.

Lo scorso anno il tribunale di Essen aveva fissato la pena per entrambi in cinque anni, il massimo consentito in Germania per il reato di omicidio colposo.

Nel 2016 la Cassazione italiana aveva confermato le condanne di Harald Espenhahn a nove anni e otto mesi di carcere, di Gerard Priegnitz, consigliere del gruppo, a sei anni e dieci mesi.