Rohingya, rapporto governo nega genocidio: critiche

Mos

Roma, 22 gen. (askanews) - Dure critiche al governo di Myanmar, che ha promosso un rapporto nel quale si negano l'intento genocida e i casi di stupro e di violenza nella repressione della minoranza musulmana Rohingy. Lo racconta oggi il Guardian.

Il rapporto non contiene alcuna intervista a una vittima degli stupri etnici che si sospetta siano avvenuti e non è chiaro quanti rogingya siano stati intervistati dagli estensori dello studio. (Segue)