Roma, voragine alla Balduina: crolla una strada e le auto precipitano

Corinna Spirito
Roma, voragine alla Balduina: crolla una strada e le auto precipitano

Una voragine enorme. Una strada praticamente crollata. Il cedimento è avvenuto ai margini di un cantiere edile in via Livio Andronico, quartiere della Balduina, centro di Roma: sei auto parcheggiate sono precipitate nella voragine. Non ci sarebbero feriti anche se il cantiere, al momento del crollo, era aperto.

Crollo a #Balduina "La strada tra via Livio Andronico e via Lattanzio è letteralmente crollata. Sul posto Vigili del Fuoco e Polizia Locale“

#Roma pic.twitter.com/AuSeCq1Zj7

— Patrizio Pasqualini (@Patrytredici) 14 febbraio 2018

"La prima cosa che faremo è accertare le responsabilità. Il responsabile dovrà pagare. Sono state precauzionalmente evacuate le due palazzine che affacciano sull'area del crollo. Abbiamo attivato il protocollo hotel solidali, al momento si parla di 20 famiglie. Tra le 50 e le 60 persone". Così la sindaca di Roma, Virginia Raggi, che si è recata sul luogo della voragine.

La procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine, gli inquirenti attendono le prime informative dalla polizia che segue la vicenda sul posto insieme ai vigili del fuoco e alla polizia locale.

Stando al racconto di alcuni residenti, il cantiere era aperto da diverso tempo. Nell'area sorgeva un istituto scolastico di suore che è stato ceduto a un'impresa che ha iniziato la costruzione di un nuovo edificio di civile abitazione: "Da tempo - racconta una signora residente in una delle palazzine evacuate - eravamo preoccupati. Questa è zona di piccoli crolli abbastanza frequenti. Ne avevamo anche parlato. Certo non potevamo immaginare una cosa del genere. Sentivamo spesso la terra tremare e non era una bella sensazione abitando proprio sopra il cantiere". A differenza da quanto era circolato in un primo momento, il cantiere non era chiuso e diversi operai stavano lavorando. Per fortuna deve esserci stato qualche segnale allarmante perché, a quanto è dato sapere, tutti si sarebbero messi in salvo".