Roma, 25enne ucraino accoltella il compagno di stanza russo al grido: “Siete solo degli invasori”

25enne ucraino compagno russo
25enne ucraino compagno russo

Aggressione a Roma in un istituto religioso: un 25enne ucraino ha accoltellato il compagno di stanza russo. Si suppone che il movente sia legato alla guerra in Ucraina ma non si esclude che, alla base dell’assalto, vi possano essere altri motivi.

Roma, 25enne ucraino accoltella il compagno di stanza russo al grido: “Siete degli invasori”

Un ragazzo ucraino ha accoltellato un suo amico di nazionalità russa. L’aggressione si è consumata nella stanza che i due giovani condividevano in un istituto religioso situato a Roma.

L’episodio si è verificato nella serata di martedì 16 agosto, intorno alle 23. In considerazione di quanto riferito da Il Messaggero, il 25enne ucraino ha afferrato un coltello e si è scagliato contro il compagno di stanza russo mentre quest’ultimo stava dormendo nel suo letto, urlando: “Siete solo degli invasori”.

La vittima, 45 anni, è stata colpita alla giugulare: le sue urla hanno svegliato tutti gli ospiti che si trovavano presso l’Istituto e che hanno prontamente allertato i soccorsi. Il 45enne è stato trasportato in ospedale con la carotide quasi completamente recisa ma, a quanto si apprende, verterebbe in gravi condizioni ma non sarebbe più in pericolo di vita.

Il giovane ucraino è stato preso in custodia dai carabinieri del reparto operativo della compagnia Casilina ed è stato portato in carcere con l’accusa di tentato omicidio.

Sul caso stanno indagando i carabinieri, che stanno tentando di comprendere se il movente dell’aggressione riguardi esclusivamente la guerra in Ucraina oppure se vi siano altri motivi alla base del gesto. Intanto, gli inquirenti hanno già provveduto ad ascoltare il personale della struttura che avrebbe riferito di non aver mai notato contrasti particolari tra i due ospiti coinvolti.