Roma, 40 medici no vax interrompono assemblea Omceo: intervengono forze dell'ordine

·3 minuto per la lettura

Sospesa l'assemblea dell’ordine provinciale dei medici di Roma, dopo che le forze dell'ordine sono state costrette a intervenire per interrompere la protesta di una quarantina di medici no vax. "Questa mattina nella Capitale - si legge in una nota dell'Omceo - è stata interrotta l’assemblea dell’ordine provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e Odontoiatri che avrebbe dovuto approvare il bilancio preventivo 2022. Una quarantina di medici hanno manifestato il loro dissenso accusando il consiglio dell’Omceo di 'non aver sospeso chi era moroso e invece di aver sospeso i medici che non si sono vaccinati'. Questo atteggiamento strumentale di una minoranza ha di fatto impedito il normale svolgimento dell’assemblea. I manifestanti in maniera intimidatoria hanno boicottato i lavori cominciando ad urlare 'Vergogna, vergogna'. La situazione è degenerata, al presidente è stato di fatto impedito di prendere la parola e così anche agli altri medici che si erano iscritti per parlare. Le forze dell'ordine sono prontamente intervenute e l’assemblea è stata dunque interrotta".

“Mi dispiace come medico e presidente dei medici assistere a queste manifestazioni di degenerazione della categoria. In questi mesi ho sempre cercato il dialogo con chi non la pensa come me. Credo che però la situazione stia sfuggendo di mano un po' a tutti. Continuo a chiedere e a sperare in un'azione che in questo grave momento di pandemia tuteli la salute di tutti i cittadini. Seppur amareggiato per quanto accaduto stamattina ribadisco che l’Ordine di Roma è, e resta aperto ad ascoltare la istanze di tutti i suoi iscritti, nessuno escluso”. Queste le parole del presidente Antonio Magi a conclusione dell’assemblea.

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha sentito telefonicamente Magi dopo quanto accaduto stamane. Il ministro ha espresso sostegno e solidarietà al presidente Magi oltre che gratitudine per il lavoro quotidiano svolto a tutela del diritto alla salute.

“Solidarietà al presidente Antonio Magi e a tutto il Consiglio Direttivo dell’Ordine dei Medici di Roma - dice il presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, Filippo Anelli - Inaccettabile, e intollerabile nei tempi e nei modi, la protesta dei medici non vaccinati, che ha impedito il regolare svolgimento dell’annuale assemblea dell’Ordine”.

“Gli Ordini sono organi sussidiari dello Stato e hanno il dovere e l’obbligo di dare attuazione alle norme stabilite per legge - spiega -. Fermi restando i risvolti disciplinari e giudiziari di alcuni comportamenti come quelli visti oggi, gli Ordini avvieranno immediatamente la procedura per rilevare i medici non vaccinati. Le sospensioni, con questa nuova norma che riporta in capo agli Ordini le responsabilità, arriveranno in pochi giorni”.

“Condanniamo senza se e senza ma questi comportamenti incivili, tanto più gravi se a metterli in atto è un medico, e invitiamo l’Ordine di Roma a procedere senza indugio – conclude - Apprezziamo la solidarietà e la gratitudine per il nostro lavoro espresse dal ministro della Salute Roberto Speranza. Al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese chiediamo un impegno particolare per mettere in sicurezza gli Ordini dei medici chiamati ad applicare una norma che consenta ai cittadini e all’intera società di ottenere in massima sicurezza la tutela della propria salute”.

“Un medico deve combattere le malattie non trasmetterle e chi non ha fiducia nella scienza e nella medicina non può fare il medico - sottolinea il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti - Solidarietà a tutto il personale sanitario e ai medici oggi contestati da no vax”.

In una lunga telefonata al presidente Magi l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, ha espresso "la solidarietà del Sistema sanitario regionale per il vile attacco subito durante l’odierna Assemblea, peraltro tutti senza mascherina in un luogo al chiuso. L’Ordine di Roma sta applicando solamente la legge e chi si professa no-vax, utilizzando metodi violenti, tradisce il giuramento di Ippocrate. Per fortuna la stragrande maggioranza dei medici sta combattendo la pandemia rappresentando la parte migliore. Chiedo al Garante della Privacy di mettere rapidamente in condizione gli Ordini di accedere alle anagrafi vaccinali”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli