"A Roma 430 euro per due piatti di spaghetti", lo scontrino è virale

webinfo@adnkronos.com

Quasi 350 euro per due piatti di pasta e una bottiglia d'acqua, più 80 euro di mancia (obbligatoria, sembra) per i camerieri. Questo l'importo - poco meno di 430 euro - dello scontrino battuto da un bar il 4 settembre scorso a due turiste giapponesi in trasferta a Roma. Un costo troppo elevato per le ragazze, che si sono lamentate sui social pubblicando la foto della ricevuta, ora diventata virale. A diffondere la storia delle due su Facebook - poi ripresa tra gli altri da Repubblica Roma e Fanpage - un'altra cittadina nipponica in Italia, Orie Tanaka. 

"Due ragazze giapponesi hanno ordinato due piatti di pasta al Cartoccio e l'acqua. Hanno pagato totale 429€. In cui sono state obbligate a pagare la mancia di 80€. Che tristezza - scrive Tanaka, che aggiunge -. Noi adoriamo Italia ma così non va". Nei commenti al post, Tanaka aggiunge altri dettagli: il costo dei due piatti di pasta sul "menu era scritto 6.5€". 

Travolto dalle polemiche e dalle recensioni negative su Facebook, il bar ha affidato la replica del proprietario a Repubblica: "Prezzi trasparenti, il menù era chiaro. E' tutto scritto nel dettaglio, basta guardare i prezzi: massimo 16 euro per uno spaghetto allo scoglio. Per pagare quella cifra le ragazze non avranno preso solo gli spaghetti, ma anche pesce che da noi è fresco: il cliente lo sceglie al bancone, noi lo pesiamo e lo cuciniamo".