Roma, accerchiati agenti municipale intervenuti per assembramento

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 24 apr. (askanews) - Gli agenti della polizia locale stavano eseguendo i controlli per far rispettare le misure anti-Covid nel quartiere romano di Trastevere e sono intervenuti per disperdere un assembramento in Piazza San Calisto: sono stati accerchiati da un gruppetto di ragazzi, che hanno iniziato a insultarli e schernirli. Due ragazzi, italiani di 20 e 22 anni, senza mascherina, che bevevano bevande alcoliche per strada, sono stati richiamati inutilmente ad adottare comportamenti corretti, poi hanno opposto resistenza alle procedure di identificazione. I giovani sono stati accompagnati al Comando di via della Consolazione. Oltre alla denuncia per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, sono stati sanzionati per non aver rispettato le normative anti-Covid.

Sempre ieri sera, nella zona di piazza Bologna, un 54enne italiano, titolare di un locale pubblico, è stato denunciato, nel corso dei controlli, per minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale. Per l'esercizio, già diffidato nei mesi scorsi per inosservanza delle misure anti-Covid , è scattato il provvedimento di chiusura di tre giorni.