Roma, accoltellato durante festino

webinfo@adnkronos.com

Festino a base di alcol e cocaina finisce con un accoltellamento: gli operatori del 118 hanno subito chiamato la polizia di Stato quando, intervenuti intorno alle ore 22:30 per soccorrere una persona ferita in zona Labaro, a Roma, hanno scoperto sul corpo del giovane tunisino soccorso un profondo taglio all'addome. Le volanti, dopo aver ascoltato testimoni e aver visionato le registrazioni delle videocamere di sorveglianza, hanno constatato come l'accoltellamento fosse avvenuto in un altro luogo; seguendo le tracce ematiche, i poliziotti sono arrivati in un negozio lì vicino con serranda metallica abbassata a metà e porta a vetri chiusa a chiave.  

Dopo aver suonato più volte al campanello, si è presentato sull’uscio il titolare dell’esercizio commerciale con retro adibito ad abitazione. L’uomo, romano 57enne, con addosso ancora gli abiti con i quali era stato ripreso dalle telecamere, è apparso subito nervoso. Durante la perquisizione dell'abitazione e del negozio, i militari hanno rinvenuto un coltello da cucina appena lavato e ancora bagnato, una pistola a salve priva di tappo rosso e dei bicchieri sporchi di vino e di varie tracce di sangue. Dalle ricostruzioni è emerso che lo straniero 24enne si era presentato dall'amico con una dose di cocaina per festeggiare il suo compleanno e che, dopo aver finito droga e alcol, aveva accompagnato lo stesso al bar per acquistare altro vino. 

Una volta ritornati all'abitazione, il 57enne, accortosi di non avere più il portafogli, aveva accusato il giovane di averglielo rubato, evento che ha scatenato la lite sfociata nell'accoltellamento. Il 24enne è riuscito, però, a scappare fino al bar riuscendo a chiedere aiuto; è stato poi trasportato in ospedale e operato d'urgenza mentre l'accoltellatore è stato arrestato per tentato omicidio e condotto a Regina Coeli.