A Roma al via i lavori per realizzazione centro sportivo di via Como

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 8 feb. (askanews) - Al via i lavori per la realizzazione di quattro campi da tennis e di una piscina a via Como nel Municipio Roma II. Dureranno nove mesi e riguarderanno anche la ristrutturazione della club house per la reception, la creazione di un piccolo bar e degli spogliatoi oltre alla riqualificazione di un altro manufatto esistente. L'intervento riguarderà altresì un'area verde che sarà attrezzata con giochi per bambini assieme al rifacimento di tutto il muro di cinta dell'impianto.

Una vittoria del Municipio che, con numerosi atti amministrativi e una continua interlocuzione con il Comune di Roma, ha centrato il risultato sbloccando una situazione ferma da anni. Alla fine dei lavori il Municipio si vedrà restituita l'area dalla CAM S.r.l., la società che realizzerà l'intervento. La presidente del Municipio II, Francesca del Bello, ha chiesto, infatti, con una memoria di giunta, la possibilità di gestione del centro da parte del Municipio stesso. Ne è nata una delibera che sarà discussa nei prossimi giorni in Assemblea Capitolina e che assegnerà il Centro sportivo alla gestione municipale.

"Dopo molto tempo siamo riusciti a risolvere questa vertenza e presto il Centro Sportivo atteso da tanti anni dalla cittadinanza sarà realizzato. In questi anni alcuni non ci hanno creduto ma con perseveranza e attenzione ce l'abbiamo fatta", dichiara Del Bello che aggiunge: "Vedere posare la prima pietra è stato molto emozionante perché questo momento ha rappresentato la vittoria dell'interesse pubblico e la possibilità di realizzare un centro sportivo comunale davvero per tutte e tutti grazie a delle tariffe calmierate".

"Ci auguriamo" - prosegue la presidente - "una veloce approvazione della Delibera in Assemblea Capitolina perché subito dopo il Municipio procederà con la gara per il completamento dell'impianto - ovvero la copertura della piscina - e per la sua gestione".

Una storia che ha il suo inizio nel lontano 2007 quando veniva approvato il progetto per la costruzione di un parcheggio sotterraneo in via Pavia - Como - Agrigento autorizzando la CAM S.r.l. alla realizzazione del parcheggio e impegnando la Società a creare le opere dell'impianto sportivo in superficie. Un percorso annoso finito più volte in Tribunale reso ancora più complesso dal ritrovamento di un importante sistema di gallerie ipogee antiche di coltivazione del tufo, di cui la Soprintendenza Archeologica di Roma ha richiesto la preservazione e la valorizzazione. Con la conclusione dell'iter giudiziario e la presa in carico del Municipio della vertenza la situazione si è finalmente sbloccata e il centro sportivo vedrà presto la luce.