A Roma al via Maker Faire, innovazione e start-up

·1 minuto per la lettura
featured 1524313
featured 1524313

Roma, 8 ott. (askanews) – Al via, al Gazometro di Roma, la “Maker Faire Rome – The European Edition”, tra le più grandi fiere dell’innovazione e delle start-up. L’evento, tornato in presenza dopo lo stop per il Covid, ha radunato makers, imprese e studenti per una nuova edizione. Occasione per rilanciare l’importanza di investire maggiormente sul tema della innovazione e della transizione digitale per l’Italia e per Roma Capitale.

Sono presenti start-up e makers nei più svariati settori: dall’agritech al foodtech, dal digital manufacturing alla robotica, dall’intelligenza artificiale alla mobilità, dall’economia circolare alla salute, oltre alle sezioni dedicate di Maker Art e Maker Music.

“Bisogna ricostruire il nostro paese – ha spiegato il presidente della Camera di Commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti – ricostruire la nostra economia. Non dobbiamo farlo come era nel periodo pre-Covid, ma in un modo nuovo. C’è un grande spazio per start-up e settori innovativi. Anche le attività tradizionali vanno rivoluzionate in modo creativo e nuovo. C’è un grande spazio nel Pnrr per tutti gli innovatori e per le aziende che innovano”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli