Roma, Ama: da inizio 2019 bruciati oltre 350 cassonetti

Sis

Roma, 4 dic. (askanews) - La scorsa notte sono stati incendiati e sono andati distrutti 11 contenitori stradali per i rifiuti posizionati in 5 diverse strade del quartiere Portonaccio, in IV municipio (via Olindo Malagodi, via Vincenzo Marcotti, piazza Avanzini, via Vincenzo Morello, via Eugenio Checci). La stima dei danni è pari almeno a 10mila euro. Lo fa sapere l'Ama in una nota. "Ama provvederà al più presto a sostituire i cassonetti bruciati che però, essendo catalogati come rifiuti combusti, hanno bisogno di particolari accorgimenti per la loro rimozione. L'azienda, come fatto negli altri casi accertati, presenterà denuncia contro ignoti alle Autorità competenti", spiega l'azienda. Dall'inizio del 2019 ad oggi, continua Ama, sono stati oltre 350 i cassonetti stradali Ama da 2.400 litri bruciati e resi non fruibili, con punte di oltre 130 in VII municipio. Nel 2018 erano stati oltre 500 i contenitori stradali dati alle fiamme con un danno stimato per il ripristino di cassonetti fruibili in sostituzione pari a oltre 250 mila euro. Gli atti vandalici sui cassonetti sono dei veri e propri comportamenti criminali che, oltre a causare un considerevole impatto economico, producono un danno grave a tutta la collettività. Da tutto ciò derivano sforzi ulteriori per Ama e disagi per i cittadini dovuti dalla temporanea indisponibilità dei contenitori incendiati. L'azienda invita i cittadini di Roma a denunciare tali comportamenti ricordando che i cassonetti sono beni della collettività acquistati con il contributo di tutti", conclude Ama.