Roma, Anzaldi-Nobili (Iv): indagine Mc Donald's è sconfitta Raggi

Sis

Roma, 25 set. (askanews) - "L'intervento della magistratura che ha aperto un'indagine sul caso del McDonald a Caracalla è una sconfitta pesante per le istituzioni, a partire dal Comune della sindaca Virginia Raggi. Possibile che per bloccare un'opera senza alcun senso, come un fast food nel pieno di un'area verde ed archeologica, è stata necessaria prima la denuncia di Repubblica e poi l'intervento della Procura? Dove era in questi anni l'Amministrazione M5s? In questi mesi i lavori sono iniziati e andati avanti, nel totale silenzio delle istituzioni locali. Il Comune sapeva, come dimostrano gli atti ufficiali, ma non ha fatto nulla". Lo dichiarano i deputati di Italia Viva Michele Anzaldi e Luciano Nobili. "Ora saranno i magistrati a fare chiarezza, ma la conseguenza - sottolineano - sarà l'apertura di un lungo contenzioso che, nel frattempo renderà quell'area sostanzialmente inutilizzabile, con un danno per tutti. Non c'è stata alcuna vigilanza dell'Amministrazione, anzi forse una vera e propria connivenza. Per questo, non appena è uscita la notizia a luglio, abbiamo presentato un'interrogazione parlamentare e siamo andati a difendere lo stop ai lavori in commissione Lavori Pubblici del Primo municipio con il sovrintendente. Il Comune ora ha una strada per salvare quella parte spettacolare di Roma: rilevare il vivaio e trasformare l'area in spazio pubblico", concludono.